Canone RAI: resta in bolletta almeno fino al 2024

Canone RAI: resta in bolletta almeno fino al 2024

Nonostante gli annunci, il Governo rimanda la rimozione del canone TV dalle bollette

La tanto attesa operazione di scorporo degli oneri impropri non strettamente connessi ai consumi energetici dalla bolletta della luce pare che dovrà attendere ancora almeno un anno. A darne notizia è stato lo stesso ministro dell’economia Giorgetti, che ha annunciato pubblicamente la proroga del Canone TV in bolletta.

Il Ministro ha infatti dichiarato: “quest’anno io mi sono preso la responsabilità enorme, e ho preso un sacco di critiche chiaramente da tutti, perché siamo arrivati ed è rimasto in bolletta, se no saltava tutto, ma diventa chiaro che dalla bolletta il canone Rai dovrà uscire e quindi l’anno prossimo bisognerà trovare un altro strumento”.

Dal 2016 il Canone TV viene riscosso attraverso le bollette elettriche, con i vari fornitori che ricoprono il ruolo di sostituti d’imposta, fatturando a privati e imprese le competenze per il Canone TV e versando poi gli introiti nelle casse dello Stato.

Il Canone RAI è probabilmente uno dei balzelli più odiati dagli italiani e la sua riscossione attraverso la bolletta della luce ha consentito allo Stato di ridurre drasticamente la percentuale di evasione, consentendo al tempo stesso una sua riduzione a beneficio di tutti i cittadini, al motto di “se tutti pagano, tutti pagano meno”.

Tuttavia anche l’Unione Europea è intervenuta sulla materia, dichiarando illegittima la riscossione attraverso la bolletta dell’elettricità ed intimando all’Italia di provvedere alla rimozione dalle bollette degli oneri impropri, ovvero dei costi non strettamente legati alla fornitura di energia. Lo stesso Governo Draghi, nel 2022, aveva dato come termine ultimo gennaio 2023 per la rimozione del canone dalla bolletta, ma il nuovo Governo ha preferito rinviare l’operazione, per due motivi:

  • la mancanza di coperture, in quanto l’eliminazione dalla bolletta avrebbe causato una drastica riduzione degli introiti per lo Stato relativamente al Canone TV
  • l’assenza di procedure per le nuove modalità di riscossione

 

Come Ridurre le Bollette (anche senza togliere il Canone RAI)

Ad oggi il Canone TV ammonta a soli 90 euro l’anno, cifra molto più bassa dei 113 euro raggiunti prima che fosse introdotto il canone in bolletta. Parliamo quindi di una cifra che si attesta su meno di 8 euro al mese (viene addebitato 9€ al mese per 10 mesi).

Se si cambia operatore, scegliendo la giusta tariffa sul libero mercato dell’energia, si possono risparmiare molti più soldi del costo del canone, soprattutto per chi non ha mai cambiato fornitore ed è ancora con il Servizio Elettrico Nazionale

Chi passa oggi al mercato libero, scegliendo una tariffa a prezzo indicizzato, può infatti letteralmente abbattere il costo della bolletta, arrivando quasi a dimezzare la spesa per la materia prima energia.

 

Tariffe Luce Servizio Elettrico Nazionale vs Tariffe Luce Mercato Libero

Logo Servizio Elettrico Nazionale in biancoTariffe Mercato Tutelato

Prezzo Luce

TARIFFA BIORARIA
F1
0,16172 €/kWh
F23
0,15611 €/kWh

Tariffe valide fino al 31/12 - Fonte dati Servizio Elettrico Nazionale

Migliori Offerte
del Giorno
Tariffe Mercato Libero

Prezzo Luce

Eni Plenitude Eni Plenitude Trend Luce Casa Monoraria MONORARIA
F0
0.110860 €/kWh
Eni Plenitude Eni Plenitude Trend Luce Casa Bioraria BIORARIA
F1
0.116930 €/kWh
F2
0.109438 €/kWh

Scopri le Migliori Tariffe

 

Se hai dei dubbi sul cambio di fornitore o vuoi solo maggiori informazioni sulle tariffe più convenienti attualmente presenti sul mercato, ti consigliamo di chiamarci allo 06 90202514 o di effettuare un confronto sui nostri comparatori.

 

Confronta le Migliori Tariffe Luce

Confronta le migliori Offerte Luce e risparmia fino a 150€ sulla Bolletta

Confronta le Migliori Tariffe Gas Metano

Confronta le migliori Offerte Gas e risparmia fino a 250€ sulla Bolletta