Fotovoltaico da Balcone Plug&Play: Costi e Vantaggi

Fotovoltaico da Balcone Plug&Play: Costi e Vantaggi

Un Impianto Fotovoltaico “Senza Pensieri” per tutte le abitazioni (anche in condominio)

No Burocrazia, No Installazione, Nessun Vincolo, Facilità di Utilizzo

L’installazione di un impianto fotovoltaico a livello residenziale è un desiderio che attrae moltissimi privati, ma spesso una tale iniziativa viene rimandata perché si è un po’ spaventati dalla complessità dell’intervento, dalla spese eccessiva, dalle sue implicazioni burocratiche o, ancora, perché si vive in condominio e non si ha a disposizione sufficiente spazio per l’installazione di un impianto domestico “tradizionale”.

Indipendentemente dalla situazione di ognuno, se si desidera produrre energia green e risparmiare sulle bollette, senza grossi investimenti, senza richiedere autorizzazioni, anche in appartamento, da oggi si può, grazie al mini impianto fotovoltaico da balcone o da giardino.

Ovviamente il mini impianto fotovoltaico non garantisce l’autosufficienza energetica, come del resto non è garantito nemmeno da impianti “più grandi” ma potrà aiutare ad ottimizzare i consumi domestici, garantendo comunque risparmi anche fino al 15 – 20% sulla bolletta dell’energia elettrica per una famiglia media.

In questo articolo scopriremo quali sono le sue caratteristiche e fino a che punto ne è consigliato l’utilizzo.

Fotovoltaico da Balcone: facciamo chiarezza su nomi e tipologie

Prima di addentrarci più nel dettaglio dei vantaggi e dei risparmi per chi installa questa tipologia di impianti, facciamo subito alcune precisazioni, che saranno fondamentali per destreggiarsi tra i vari dispositivi e le varie proposte disponibili sul mercato.

In generale, si parla di fotovoltaico senza autorizzazioni per impianti di potenza inferiore a 800 W. Oltre tale soglia, l’impianto necessità di tutte le autorizzazioni “standard” (che sono state comunque ridotte con il recente decreto Energia, che ha finalmente equiparato l’intervento di installazione di un impianto fotovoltaico agli interventi di edilizia ordinaria).

Se l’impianto da balcone non può superare 800 W, è chiaro che sarà composto essenzialmente da 1 o 2 pannelli fotovoltaici al massimo.

Possiamo quindi fare questa ulteriore distinzione “tecnica”:

  • si parla di Impianti Fotovoltaici da Balcone Plug and Play quando la potenza non supera 350 W
  • si parla di Kit Fotovoltaici (da balcone, terrazzo o a terra) se la potenza è maggiore di 350 W e minore di 800 W
Fotovoltaico Plug and Play da Balcone

Pannello Plug&Play da Balcone

Kit Fotovoltaico da Balcone < 800 W

Kit Fotovoltaico da Balcone < 800 W

Tutti gli impianti di potenza inferiore a 800W prevedono solo una Comunicazione al distributore locale, senza approvazione, e nel caso di impianto Plug&Play tale comunicazione è ancora più semplice, come abbiamo spiegato in questo approfondimento sulla comunicazione unica.

Impianto fotovoltaico da balcone: Pro e Contro

I kit fotovoltaici da balcone, quindi, sono essenzialmente composti da 1 o 2 pannelli solari fotovoltaici, dotati di un inverter integrato che consente di trasformare la corrente continua prodotta dal pannello in correnta alternata utilizzabile dagli elettrodomestici.

Oltre al pannello e all’inverter, viene fornita solitamente una struttura di fissaggio, in base alle esigenze di installazione, e per iniziare a produrre e autoconsumare energia è sufficiente collegare la spina all’impianto di casa.

Le dimensioni ridotte del pannello fotovoltaico da balcone lasciano intuire, fin da subito, i pregi ed i limiti di quest’idea.

Tra i vantaggi, vanno sicuramente sottolineati la grande versatilità, offerta dal suo scarso ingombro, dalla facile mobilità e dall’assenza di autorizzazioni amministrative all’installazione.

Tra i “contro”, ovviamente, va indicata al primo posto la limitata quantità di energia elettrica che si può produrre. Attenzione però: l’aspetto quantitativo va valutato in relazione allo scopo che si intende raggiungere con questo piccolo impianto.

Se desiderate, infatti, dare un taglio deciso alla vostra bolletta dell’energia elettrica e dire addio al contatore Enel, non è certo questo l’impianto che fa per voi e dovreste orientarvi su un impianto fotovoltaico da almeno 3 kWh, magari dotato di accumulo.

Ma, se non vogliamo caricare di responsabilità l’impianto da balcone e intendiamo considerarlo semplicemente un valido aiuto per ottimizzare i consumi domestici, risparmiare sulle bollette, metterci al riparo da eventuali fenomeni di black-out e contribuire a ridurre le emissioni inquinanti producendo energia rinnovabile, allora ecco che il piccolo impianto fotovoltaico da balcone si rivela un ottimo investimento, perchè è in grado di produrre energia elettrica e quindi garantire un risparmio anche fino al 20% delle bollette.

Il sistema è conforme ai requisiti normativi?

Se l’impianto fotovoltaico viene venduto con le certificazioni previste dalla legge e viene installato così come prescritto dal manuale d’uso e dalle indicazioni del distributore locale di energia elettrica, allora il fotovoltaico da balcone è assolutamente conforme e a norma.

Ricordiamo che le certificazioni devono essere obbligatoriamente allegate nella Comunicazione unica da inviare al distributore, per cui è assolutamente raccomandato acquistare solo prodotti realmente a norma e forniti di tutta la documentazione in regola con i requisiti di legge.

Le certificazioni, inoltre, rappresentano un’ulteriore garanzia alla durata del prodotto e della sua produttività. Dispositivi sprovvisti di certificazioni potrebbero non garantire la resa e, soprattutto, possono rappresentare un pericolo per l’impianto elettrico domestico.

Costi e rendimento dell’impianto ‘da balcone’

Un mini impianto fotovoltaico plug and play da balcone ha dei costi molto contenuti rispetto ad un impianto “tradizionale” di potenza elevata, anche perché viene meno l’installazione da parte di tecnici e, soprattutto, non si devono fare complesse installazioni su tetti o superfici con pericolo di caduta.

Grazie alle staffe in dotazione e al cavo con la spina, chi acquista un impianto di questo tipo può effettuare in autonomia tutta la procedura di installazione e occuparsi, sempre in autonomia, anche della Comunicazione unica al distributore locale.

Solo nel caso di impianti con potenza > 350 W e < 800 W è richiesta la supervisione di un elettricista per garantire che la presa di corrente sia idonea a supportare il carico elettrico.

Detto questo, i prezzi di un impianto fotovoltaico da balcone sono, orientativamente:

  • dai 550 ai 700 euro per un pannello fotovoltaico plug&play con potenza pari a  300 W circa
  • dai 1.100 ai 1.400 euro per un mini kit fotovoltaico con potenza di 600 W circa

Incentivi fiscali al 50%

E’ fondamentale ricordare che anche gli impianti fotovoltaici plug and play e i mini kit fotovoltaici da balcone possono beneficiare delle detrazioni fiscali, a patto di effettuare il pagamento con bonifico bancario “parlante”.

Visto il costo contenuto, lo sconto in fattura è sempre sconsigliato, mentre conviene sicuramente portare direttamente in detrazione il 50% della spesa nella propria dichiarazione dei redditi, in modo da massimizzare i benefici e ridurre i costi di gestione associati alla pratica di cessione del credito.

Rendimento dell’impianto da balcone

In base alle nostre stime, abbiamo calcolato che, se il pannello viene installato con esposizione e inclinazione ottimali, la produttività può essere la seguente (con lievissime variazioni tra nord e sud italia, nell’ordine del +/- 10%):

Tipologia ImpiantoPotenzaProduzione annua kWhRisparmio sulle bollette della famiglia media italiana
Plug&Play300 W450 kWh15%
Mini Fotovoltaico600 W900 kWh30%

La stima del risparmio è calcolata supponendo di riuscire ad autoconsumare tutta l’energia prodotta dai pannelli durante le ore di esposizione solare. La corrente prodotta in eccesso in questa tipologia di impianti, infatti, viene immessa in rete senza alcun corrispettivo di scambio sul posto. Dunque, l’energia non autoconsumata viene immessa gratis in rete, a beneficio comunque della rete nazionale, che per ogni kWh prodotto da energia rinnovabile non dovrà attingere ad un kWh prodotto da carburanti fossili.

Utilizzi consigliati

Così inquadrate le caratteristiche dell’impianto fotovoltaico da balcone, cerchiamo di capire quali possono essere le applicazioni più indicate per valorizzarne meglio le caratteristiche.

Un mini impianto fotovoltaico da balcone, sia esso plug and play o meno, è raccomandato a chi ha consumi energetici concentrati soprattutto in fascia F1. In ogni caso, nel momento in cui si effettua questo tipo di investimento, si consiglia di utilizzare gli elettrodomestici energivori (lavatrice, lavastoviglie, condizionatori), anche mediante programmazione con i timer, durante le ore di esposizione solare.

Vuoi aiuto per capire Costi e ingombri del Fotovoltaico Plug and Play?

Vuoi capire come installare il pannello sul balcone o all'esterno della casa?

Fatti richiamare da un esperto. Bastano pochi minuti. Senza impegno

Dove Acquistare? Sullo Shop Online

Scopri i nostri Pannelli Fotovoltaici Plug&Play e Kit Fotovoltaici da balcone

Se, quindi, hai deciso che il fotovoltaico da balcone può fare al caso tuo, ti suggeriamo di visitare il nostro eshop per scoprire i modelli di pannelli fotovltaici plug and play o mini  kit fotovoltaici disponibili con consegna entro 1-2 settimane.

 

Fotovoltaico Plug&Play

Se invece ritieni che il fotovoltaico da balcone non sia sufficiente per le tue esigenze, scopri i nostri simulatori fotovoltaici e scopri costi e risparmi di un impianto domestico più completo.

Simulatori Impianti Fotovoltaici
Calcola Gratuitamente il Risparmio e Scopri i Costi

 

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

(Privacy Policy)