Fotovoltaico Plug and Play: come funziona e quanto conviene?

Fotovoltaico Plug and Play: come funziona e quanto conviene?

Un impianto solare collegando solo una spina e senza autorizzazioni: è davvero possibile?

Cos’è il fotovoltaico Plug and Play? Come funziona un pannello solare plug and play da balcone o giardino? Quanto produce e quanto conviene un impianto solare da appartamento? Proviamo a rispondere a queste domande.

Il termine inglese Plug&Play vuol dire “collega e utilizza” (plug = spina, play = utilizza) e sottolineare la semplicità di utilizzo di questa tecnologia.

Quando si parla di Fotovoltaico Plug and Play (o plug-n-play, pnp), spesso indicato anche come “plug in”, si fa riferimento a micro impianti di produzione di energia solare con potenza inferiore a 350 W.

Alcuni erroneamente definiscono fotovoltaico plug & play qualsiasi impianto di potenza inferiore a 800 W, in quanto la norma richiede più o meno gli stessi requisiti e le stesse procedure di comunicazione per tutti gli impianti di potenza inferiore agli 800 W.

La normativa dell’ARERA tuttavia stabilisce che:

  • Fotovoltaico Plug & Play siano gli impianti con potenza < 350 W
  • Mini Fotovoltaico se superiore a 350 W, ma inferiore o uguale a 800 W

 

Come funziona il Fotovoltaico Plug & Play?

Come suggerisce la parola stessa, per produrre energia con questa tipologia di impianti è sufficiente inserire la spina nel proprio impianto di casa e la corrente viene immessa in circolo, pronta per essere utilizzata dagli elettrodomestici.

Un pannello solare plug and play essenzialmente è così costituito:

  • modulo fotovoltaico (monocristallino o policristallino) con potenza pari o inferiore a 350 W
  • micro inverter per convertire la corrente del pannello in corrente alternata pronta per la rete domestica
  • telaio di supporto e staffe di fissaggio/ancoraggio, oltre al cavo per il collegamento alla presa elettrica

Le dimensioni, dunque, sono quelle di un pannello fotovoltaico tradizionale: lunghezza di 1,7 m circa, larghezza di 1 m circa, spessore di 3-4 cm circa e peso di 20 Kg circa (+ 2 Kg di inverter e cavi).

Esistono varie tipologie di staffe e ancoraggi, in modo da facilitare l’installazione sui balconi, sulle terrazze, in giardino, sulle pareti esterne della casa o delle recinzioni.

Basta orientare il pannello il più possibile verso sud e collegare la presa e si comincia subito a produrre elettricità green e rinnovabile e soprattutto a risparmiare sulle bollette.

Qui di seguito un video, pubblicato sul nostro canale Instagram @abbassalebollette, in cui si vede nel dettaglio il funzionamento di un impianto plug and play installato sul tetto.

 

Dove si installa? Serve un tecnico?

Un pannello solare plug and play si contraddistingue per l’estrema semplicità e versatilità di installazione. Può essere infatti installato su un balcone, su una terrazza, sul tetto, sul lastrico solare, sulle pareti esterne della casa, sulle recinzioni o in giardino. In base alle esigenze di ognuno, si possono scegliere differenti staffe di fissaggio, che garantiscono la semplicità di posizionamento e installazione, in tutta sicurezza, nella maggior parte delle situazioni.

Pannello fotovoltaico Plug&Play da Parete
Fotovoltaico Plug and Play da Balcone
Fotovoltaico Plug and Play da Giardino

Per il pannello plug and play non c’è bisogno di alcuna competenza particolare. Basta collegare la spina del pannello ad una presa della corrente della casa ed entra subito in produzione.

Per gli impianti con potenza > 350 W, tuttavia (quindi quelli non tecnicamente Plug&Play) è richiesta la dichiarazione di un elettricista che attesti la conformità della presa a cui viene collegato l’impianto, integrando di fatto la Dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico della casa.

La Comunicazione Unica al Distributore

L’unico adempimento da effettuare per chi decide di installare un micro impianto fotovoltaico plug and play è costituito dalla Comunicazione Unica al Distributore, che è un documento che serve a segnalare al proprio distributore la presenza di un impianto di generazione di energia elettrica, al fine di avviare eventuali verifiche sul contatore della luce per garantire che tutto funzioni a dovere.

Il distributore, quindi, ricevuta la comunicazione, ha 10 giorni di tempo per fare eventuali interventi di aggiornamento sul contatore o per comunicare l’iscrizione al sistema nazionale degli impianti di produzione di energia (Gaudì).

Ma è vero che la corrente autoprodotta viene conteggiata come consumata? FALSO

Sui vari forum e gruppi social serpeggia spesso questo quesito, posto spesso anche nei commenti sul nostro sito. Questo dubbio è stato diffuso in passato da “smanettoni” che hanno fatto “esperimenti” di autoproduzione a casa, senza svolgere gli adempimenti previsti per legge. I vecchi contatori, infatti, non sempre erano bidirezionali e, dunque, non erano predisposti per la contabilizzazione differenziata di energia prodotta da quella prelevata.

I nuovi contatori elettrici 2.0 sono tutti bidirezioali. Qualora il contatore non fosse ancora predisposto, grazie alla comunicazione unica fatta al distributore, il vecchio contatore può essere aggiornato tempestivamente.

In breve, chi fa tutto seguendo le regole e installando impianti certificati e a norma, non deve preoccuparsi di nulla.

Chi si affida al fai da te estremo, assemblando componenti a casaccio e non effettuando alcuna comunicazione, potrebbe incorrere in problematiche di contabilizzazione errata.

Altri adempimenti per chi vive in condominio

In caso di installazione di un impianto fotovoltaico plug and play all’interno di un appartamento posto in condominio, è opportuno effettuare una comunicaziona preventiva all’amministratore, meglio se a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, in cui si esprime la volontà di effettuare l’installazione nel proprio appartamento, specificando tipologia di impianto e collocazione desiderata.

 

Quanto produce un impianto fotovoltaico Plug and Play a Spina?

Se correttamente orientato e installato con la giusta inclinazione, un pannello fotovoltaico pnp dalla potenza nominale di circa 300 W (+/- 10%) è in grado di produrre circa 450 kWh di energia elettrica l’anno. Tale produzione oscilla leggermente tra Nord italia e Sud Italia, ma tendenzialmente la differenza non è veramente significativa se il pannello è installato adeguatamente.

Tipologia ImpiantoPotenza InstallataProduzione annua kWh
Plug&Play350 W450 kWh
Mini Fotovoltaico700 W900 kWh

Questi valori di produttività, appunto, sono calcolati ipotizzando un’esposizione a sud con inclinazione del pannello tra 15° e 35°, senza ombreggiature.

Con l’attuale aumento delle quotazioni dell’energia elettrica, 450 kWh l’anno risparmiati in bolletta sono davvero un bel tesoretto, che consente di ripagare il pannello solare in pochissimo tempo, tra i due e tre anni a seconda della produzione, e risparmiare poi per tanti anni sulle bollette.

La produttività del pannello, infatti, è mediamente garantita per 25 anni, con un calo della produttività lineare che si attesta mediamente al -5% dal decimo anno e -20% intorno al ventesimo anno. A queste soglie temporali il pannello si è ampiamente ripagato e un lieve calo della produttività continua comunque a garantire soddisfacenti risparmi sulle bollette.

 

Autoproduzione e Autoconsumo: facciamo chiarezza

Senza entrare troppo nel dettaglio dei consumi dei singoli elettrodomestici (abbiamo approfondito qui quali consumi può coprire un pannello solare plug and play), possiamo dire che il pannello solare plug and play è da considerarsi come un supporto ai consumi. Non bisogna pensare di compensare uno specifico consumo con il pannello solare, ma semplicemente il pannello fornirà un apporto continuativo di corrente, durante il giorno, in grado di compensare i consumi di base degli elettrodomestici sempre in funzione e parte dei consumi degli elettrodomestici più energivori.

Ovviamente, per massimizzare l’autoconsumo e ridurre i conferimenti di energia in rete, è opportuno cambiare alcune abitudini, azionando gli elettrodomestici il più possibile durante le ore di esposizione solare (lavatrici e lavastoviglie si possono azionare con i timer integrati, in modo da funzionare in maniera differenziata durante le ore di produzione di corrente dal sole). Con qualche accorgimento, si può arrivare facilmente ad un autoconsumo oltre il 70%.

Purtroppo la normativa attuale non prevede la possibilità di installare batterie di accumulo per questa tipologia di impianti (la legge ne vieta l’utilizzo), per cui l’unico modo per massimizzare l’autoconsumo è quello di cambiare le proprie abitudini e, magari, acquistare elettrodomestici a batteria che si ricaricano durante il giorno e possono essere usati al bisogno (come gli aspirapolveri senza filo).

 

Quanto costa un impianto fotovoltaico Plug & Play?

Quando si parla di prezzi di questi impianti, è fondamentale ricordare che gli incentivi statali consentono un abbattimento del 50% della spesa effettuata, da portare in detrazione nella propria dichiarazione dei redditi con 10 quote annuali di pari importo.

Al netto della detrazione fiscale, dunque, il pannello fotovoltaico plug and play costa poche centinaia di euro.

Senza considerare la detrazione fiscale, possiamo dire che un pannello fotovoltaico plug and play della potenza di circa 300 W ha un range di prezzo che va dai 600 agli 800 euro, IVA inclusa.

Il prezzo oscilla in base alla tipologia di pannello, alla tipologia di staffe di supporto e all’eventuale assistenza fornita dal venditore nel seguire il cliente durante la fase di acquisto, installazione e comunicazione al distributore.

Vuoi aiuto per capire Costi e ingombri del Fotovoltaico Plug and Play?

Vuoi capire come installare il pannello sul balcone o all'esterno della casa?

Fatti richiamare da un esperto. Bastano pochi minuti. Senza impegno

 

Dove si acquista?

Se sei interessato ad acquistare un micro impianto fotovoltaico plug and play, puoi chiamarci allo 06 90202514 o puoi visitare il nostro eshop, dove troverai pannelli fotovoltaici da balcone e giardino e mini kit fotovoltaici da appartamento, tutti installabili senza autorizzazione, a condizioni davvero vantaggiose.

 

Shop Online

Se invece ritieni che il fotovoltaico Plug and Play non sia sufficiente per le tue esigenze, scopri i nostri simulatori fotovoltaici e scopri costi e risparmi di un impianto domestico più completo.

Simulatori Impianti Fotovoltaici
Calcola Gratuitamente il Risparmio e Scopri i Costi

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

(Privacy Policy)