Aumenti Bollette Luce e Gas: spieghiamo le Cause

Aumenti Bollette Luce e Gas: spieghiamo le Cause

Perché da ottobre aumenteranno i prezzi di Luce e Gas?

Proviamo a fare chiarezza su una notizia che circola ormai da giorni. La notizia dei rincari da capogiro (+40% sul costo dell’energia elettrica da ottobre) ha rapidamente fatto il giro di giornali e telegiornali, raccogliendo sui social i pareri molto arrabbiati (per usare un eufemismo) dei consumatori, che lamentano di subire continue vessazioni e che non si spiegano le motivazioni degli aumenti.

La rabbia dei cittadini è sicuramente comprensibile, visto anche che si tratta del 4° aumento trimestrale di fila sulle tariffe delle utenze luce e gas, che viene comunicato nell’arco dell’ultimo anno, con aumenti che già avevano registrato picchi del 15% da luglio.

Prendersela con il governo o con l’Autorità, comunque, è sbagliato e vediamo il perché.

 

I Rincari Riguarderanno solo l’Italia?

No. Senza troppi giri di parole, possiamo dire con certezza che i rincari colpiranno tutti i paesi europei e, quindi, anche l’Italia. Gli aumenti non saranno lineari per tutte le nazioni, ma colpiranno tutte le nazioni. Vero è che in Italia il costo dell’energia è tra i più elevati d’Europa, anche a causa dell’elevata tassazione che grava in modo diretto sulle bollette del gas e in modo indiretto, attraverso gli oneri di sistema, su quelle della luce; quindi sulle nostre spese mensili, questi aumenti avranno un impatto sicuramente maggiore che in altri paesi.

Perché pagheremo di più in Bolletta?

Le Cause degli Aumenti di Luce e Gas

Le cause alla base degli aumenti dei prezzi del gas naturale e dell’energia elettrica sono riconducibili a vari fattori, alcuni prevedibili, altri un po’ meno.

I principali fattori alla base dei rincari sono i seguenti:

Aumento del Costo del Gas Naturale e del petrolio

Senza dubbio il fattore più importante riguarda la vertiginosa crescita dei prezzi del petrolio e del gas naturale, che vengono utilizzati nelle centrali elettriche per la produzione di energia e determinano quindi un incremento del costo di produzione della luce o di importazione del gas naturale. L’incremento del prezzo si deve sia all’instabilità geopolitica internazionale, che coinvolge anche alcuni importanti paesi produttori di petrolio, sia all’incremento, su scala globale, dei consumo di luce e gas a seguito della post-pandemia oltre al fatto che, con l’avvicinarsi dell’inverno, i consumi di energia aumentano fisiologicamente.

A questo si aggiunge che i giacimenti di stoccaggio europei di gas naturale sono ai minimi storici, a causa anche degli ingenti approvvigionamenti da parte della Cina, che intravede una poderosa ripresa economica all’orizzonte e sta, di conseguenza, facendo scorte di gas.

La scarsità di gas in Europa, unita all’aumento della domanda che si accompagna fisiologicamente con l’autunno e l’inverno, ha fatto quindi schizzare i prezzi verso l’alto.

Aumento del Costo delle Emissioni di CO2

Come ha affermato il ministro per la transizione ecologica Cingolani negli ultimi giorni, chi più inquina più paga. E’ questa infatti la logica alla base delle nuove politiche per ridurre le emissioni di CO2 nell’aria, che sono alla base dei cambiamenti climatici.

Tuttavia, per quanto questa logica sia positiva, comporta inevitabilmente un aumento del costo di produzione dell’energia elettrica, che purtroppo dipende ancora troppo da centrali che bruciano combustibili fossili come il gas naturale.

 

Bisogna quindi subire passivamente gli Aumenti in Bolletta?

Assolutamente NO. Come ripetiamo da diverso tempo (avevamo previsto gli aumenti già un mese fa), c’è una soluzione per evitare la batosta sulle bollette.

I prezzi di luce e gas che verranno comunicati ad ottobre, infatti, sono quelli che vengono applicati ai clienti che sono ancora nel mercato cosiddetto “tutelato”, ovvero i clienti del Servizio Elettrico Nazionale e degli operatori della cosiddetta “Maggior Tutela”.

Per evitare i rincari, quindi, basta passare al mercato libero, sottoscrivendo una tariffa a prezzo fisso e bloccato per almeno 12 mesi, con i prezzi ancora in vigore a settembre.

Bisogna però affrettarsi prima che anche le tariffe del mercato libero crescano, adeguandosi alle quotazioni di mercato. Mai come in questo caso, il tempismo è davvero fondamentale e bisogna affrettarsi.

Per risparmiare, chiamaci subito allo 06 90202514 e attiva subito una tariffa a prezzo fisso tra le più convenienti del mese.

Compara le Migliori Tariffe Luce ed Energia Elettrica
Confronta le Migliori Tariffe Gas Metano