Ricarica Auto Elettrica: quanto si spende?

Ricarica Auto Elettrica: quanto si spende?

Auto Elettrica: perchè conviene?

Il settore delle auto elettriche sta avendo un forte incremento e, per tale motivo, ci si prepara progressivamente all’abbandono dei carburanti tradizionali. La necessità di ridurre le emissioni inquinanti, unita all’esigenza di tagliare i consumi, ha portato ad un’accelerazione significativa dello sviluppo del settore, rendendo le autovetture elettriche una realtà.

Ovviamente tra i vantaggi derivanti dall’acquisto di un’auto elettrica ci sono i costi di gestione decisamente più bassi rispetto a quelli tipici di una vettura con motore termico. Analogamente, poi, il costo di ricarica dell’auto elettrica è limitato se paragonato a quello di un pieno di carburante.

Infine, tra i vantaggi delle auto elettriche, non si possono non indicare le emissioni pari a zero ed un comfort di guida superiore per via dell’assenza di rumore del motore e le relative vibrazioni.

Ti chiedi ancora perchè acquistare un’auto elettrica?

Tra i tanti buoni motivi per scegliere un’auto elettrica ed entrare nel mondo della mobilità elettrica, c’è sicuramente il fattore legato al costo della ricarica.

Devi sapere che fare il pieno alla tua auto elettrica può anche non costare nulla!

Se la tua abitazione dispone di un impianto fotovoltaico e se i tempi della ricarica sono scelti con una certa accortezza, privilegiando i momenti della giornata a maggiore insolazione, è possibile non spendere nulla, grazie all’energia prodotta dal sole.

E se non ho un impianto fotovoltaico?

Se non voglio installare un impianto fotovoltaico è possibile risparmiare, inoltre, grazie alle offerte sul mercato libero che prevedono sconti sulla componente energia rispetto al servizio di tutela. Quindi, scegli la tariffa luce più conveniente ed entra a far parte di questo fantastico mondo.

Quanto costa la ricarica elettrica di un’automobile?

Non è possibile stabilire un prezzo uguale per tutte le macchine elettriche, in quanto influiscono vari elementi e fattori esterni come la modalità di ricarica. Ad esempio è più conveniente una ricarica lenta rispetto a una ricarica veloce. Nel primo caso si spende all’incirca 0,45 euro per kW fino una potenza di 22 kWh, nel secondo caso per una potenza superiore si spende fino a 0,55 euro per kW.

Inoltre, molti gestori di colonnine per la ricarica elettrica delle auto offrono un servizio in abbonamento che permette ai clienti di effettuare il rifornimento più volte. Chi possiede una macchina elettrica o ibrida deve pianificare la ricarica tramite colonnina e spesso questo può risultare difficile, specialmente in città. Attualmente tale sistema di rifornimento elettrico è in aumento sul territorio italiano e molti privati preferiscono installare una colonnina direttamente all’interno della loro proprietà. Il motivo per cui la soluzione elettrica sta avendo un grande successo è semplice; se si possiede un impianto fotovoltaico con colonnina elettrica, il prezzo della ricarica si può abbattere fino a costo zero.

Di seguito si propone un piccolo calcolo di quanto costa una ricarica nel mercato tutelato e nel mercato libero e fotovoltaico con batteria di accumulo:

Costo Energia

Mercato Tutelato

Costo Energia

Mercato Libero

Costo Energia

Fotovoltaico con Accumulo

0.1661 euro per kW 0.1500 euro per kW 0 euro per kW

 

Partendo da questi prezzi il costo per ricarica, diviso per potenza di batteria,  è:

Potenza  Batteria Costo Ricarica

Mercato Tutelato

Costo Ricarica

Mercato Libero

16 kWt 2,6576 euro 2,400 euro
28 kWt 4,6508 euro 4,200 euro
60 kWt 9,966 euro 9,00 euro

Non è necessario aumentare la potenza del contatore. Effettuando il rifornimento in casa, il costo è quello dell’elettricità domestica e, se non si ha un impianto fotovoltaico con accumulo, costa in base alla tariffa sottoscritta, oltre spese accessorie.

Vediamo quali sono gli elementi che possono aiutare a far risparmiare avendo una colonnina elettrica in casa con impianto fotovoltaico.

Quanto tempo serve per ricaricare un’auto elettrica?

Come per il prezzo anche sul tempo incide il metodo della ricarica. Più si aumenta la potenza della ricarica e più diminuisce il tempo di attesa. Ogni modello ha delle tempistiche diverse, ma in linea generale è possibile fare un pieno in 6-8 ore con una potenza di 3.7 kW.

Ricarica Auto Elettrica: quale conviene

Le auto elettriche come abbiamo visto sono molto convenienti, ma effettuare una ricarica elettrica in una colonnina, spesso, equivale a fare un rifornimento con le auto a benzina. Se si effettua una ricarica in una colonnina di energia elettrica esterna il costo comprende le tasse e accise presenti sul territorio italiano come accade con il carburante.

I costi si abbattono se si produce energia e si è in possesso della colonnina di ricarica. Effettuando la ricarica a casa il costo arriva a 0.

Come si produce energia? 

Attraverso un impianto fotovoltaico con batterie di accumulo. Quest’ultime vengono utilizzate per immagazzinare l’energia prodotta in eccesso dai pannelli solari. Una volta immagazzinata può essere sfruttata anche per la ricarica auto così da non spendere nulla per il pieno della vostra auto elettrica.

Impianto fotovoltaico, pompa di calore e colonnina per ricarica auto elettrica come attivare l’Ecobonus al 110%

Un valido alleato per risparmiare ed avere una fonte che produce energia è l’impianto fotovoltaico. che se abbinato ad una Pompa di Calore per il riscaldamento determina una riduzione significativa anche dei costi del gas oltre che dell’elettricità. Il costo di installazione è molto conveniente e in pochi anni il proprietario rientra dall’investimento.

Prova il nostro esclusivo simulatore di impianto fotovoltaico con pompa di calore batterie di accumulo e scopri quanto risparmi durante l’anno.

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?
Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)

Incentivi Auto: Come sfruttare l’Ecobonus 2020

L’Ecobonus messo in campo dal Legislatore è una grande occasione per acquistare un’automobile ibrida o elettrica. Se si vuole acquistare una di queste tipologie di auto sono previsti incentivi fino a 10.000 euro. Al quale si aggiunge un ulteriore bonus di 2.000 euro e di altri 2.000 euro riservati per un ulteriore sconto da parte del venditore.

Andando nel dettaglio degli incentivi le auto elettriche con emissioni tra 0 e 20 g/km di CO2 usufruiscono di aiuti fino a 10 mila euro se c’è la rottamazione e di 6.500 senza. Il prezzo della ricarica e il tempo variano a secondo del modello e della modalità usata. L’ideale è avere un sistema di produzione di energia rinnovabile come un impianto fotovoltaico e una colonnina di ricarica per abbattere i costi.

Ecobonus 2020: sconto in fattura e cessione del credito o con la pompa di calore il conto termico

Il contribuente che effettua i lavori può beneficiare degli incentivi del 50% per la sola installazione dei pannelli fotovoltaici che può arrivare al 110% con i lavori specifici che attivano l’ecobonus. Ma anche chi installa la sola pompa di calore può decidere di beneficiare subito del Conto Termico, che consiste in un accredito sul proprio conto corrente di un valore determinato dal risparmio termico generato. Infine è possibile cedere il credito d’imposta all’Azienda che ha effettuato i lavori o un Istituto di Credito o Finanziaria.

Mercato Libero energia: come può incidere sulle auto elettriche

Il mercato libero dell’energia può essere un valido alleato ai proprietari delle auto elettriche sprovvisti di impianto di energia rinnovabile. L’utenza domestica come abbiamo visto può essere sfruttata facilmente e avere una tariffa conveniente e su misura alle proprie esigenze abbatte i costi di gestione. Confronta tra le varie offerte presenti sul mercato e scegli la migliore per te.

Compara le Migliori Tariffe Luce ed Energia Elettrica