Fotovoltaico e Pompa di Calore: come approfittare dell’Ecobonus 2020 del 110%

Fotovoltaico e Pompa di Calore: come approfittare dell’Ecobonus 2020 del 110%

Decreto Rilancio: Come accedere all’incentivo del 110%

L’approvazione del Decreto Rilancio e la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale mette fine alle voci e fa partire ufficialmente una fase che per le famiglie ed imprese potrebbe portare a un nuovo concetto di sostenibilità ambientale e opportunità energetiche. L’ecobonus al 110% e gli altri incentivi possono dare un grande slancio all’economia ed alla produzione e usurabilità dell’energia rinnovabile. Per accedere alla totalità degli incentivi si devono rispettare alcuni parametri, come quello di migliorare la classe energetica della propria abitazione almeno di due classi energetici o il raggiungimento della classe A da certificare tramite l’Attestato di Prestazione Energetica. Il costo dei lavori può essere abbattuto grazie allo sconto in fattura o la cessione del credito all’azienda che effettua i lavori in alternativa può essere ceduto anche ad un istituto di credito. Inoltre, la famiglia può decidere di detrarre con quote fisse per i successivi 5 anni il credito di imposta.

Quando far partire i lavori per rientrare nell’Ecobonus?

I lavori per farli rientrare nell’Ecobonus e accedere agli incentivi devono rientrare nella finestra temporale che parte dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Un anno e mezzo di tempo di pianificare interventi di ristrutturazione ed efficientamento energetico. I lavori possono essere effettuati sulla prima casa e anche sulle seconde ma che non siano unifamiliari, per esempio se una seconda casa rientra in un condominio può accedere all’ecobonus.

Impianto Fotovoltaico e Pompa di Calore accedono al superbonus?

Non tutti gli interventi possono accedere al superbonus del 110% in quanto devono rispettare alcune direttive precise. Installare pannelli solari per creare un impianto fotovoltaico in abbinamento ad una pompa di calore rientrano nell’ecobonus al 110%. Nel decreto si legge che per l’installazione di impianto fotovoltaico connesso alla rete elettrica. Il tetto massimo da non superare è 48.000 euro, comunque nel limite di spesa di 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell’impianto solare.
Gli interventi sono:

  • di ristrutturazione edilizia
  • nuova costruzione
  • ristrutturazione urbanistica

Se in futuro, o contestualmente, si decide di installare sistemi di accumulo, negli impianti solari fotovoltaici agevolati con il 110% dell’ecobonus, alle stesse condizioni negli stessi limiti di importo e ammontare complessivo. Il tetto massimo è nel limite di spesa di euro 1.000 per ogni kWh di capacità di accumulo del sistema di accumulo. Inoltre, oltre ad installare l’impianto fotovoltaico possiamo installare sugli edifici le pompe di calore. Sulle parti comuni degli edifici la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto, a pompa di calore. Il tetto massimale ammonta alle spese non superiore a 30.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito.
Infine, questi interventi sono cumulabili con la sostituzione degli infissi, caldaia a condensazione con efficienza pari alla classe A.
Negli interventi complessivi a fine dei lavori devono essere attestati il miglioramento delle classi energetiche dell’edificio sottoposto ai lavori attraverso la certificazione dell’attestato di prestazione energetica (APE), rilasciato da tecnico abilitato.
condizionatore

Ecobonus 2020: Cosa si rischia se si dichiara il falso?

Nel decreto sono stati elencati non solo i benefici per chi effettua i lavori ma anche le sanzioni per chi dichiara il falso. Multe e non solo. Si legge che le sanzioni vanno da 2.000 a 15.000 euro, decadenza dei benefici fiscali. Quindi una volta scoperti si dovrà pagare lavori già avviati, oltre alle sanzioni conseguenti al comportamento illecito. Sulle dichiarazioni vigilerà il ministero dello Sviluppo Economico, cui spetterà la verifica delle condizioni che danno diritto all’ecobonus.

Installa il tuo impianto fotovoltaico con pompa di calore

Diventa da consumatore a produttore di energia simula attraverso il nostro esclusivo simulatore di impianto fotovoltaico e quantifica il risparmio sulle tue bollette. Lascia i tuoi dati per essere ricontattato da un nostro Consulente Energetico per fissare un sopralluogo gratuito e senza impegno da un impiantista qualificato.

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?
Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)