Sostituzione Caldaia in Toscana: Incentivi, Costi e Obblighi

Sostituzione Caldaia in Toscana: Incentivi, Costi e Obblighi

L’installazione della nuova caldaia consente di risparmiare sui consumi e può costare poco se si fa ricorso ai bonus statali e regionali

Vivere senza riscaldamento in casa è impensabile. Per questo motivo è importante essere certi di avere in casa il miglior impianto di riscaldamento possibile, che possa garantire sicurezza, risparmio e sostenibilità.

Tutti questi fattori, infatti, sono fondamentali per un impianto di riscaldamento. La caldaia deve essere sicura, deve evitare di inquinare l’aria che respiriamo (causando effetti dannosi anche sui cambiamenti climatici) e, soprattutto, deve consentire di riscaldare la casa senza farci spendere una follia.

 

Installazione Nuova Caldaia: quale tipologia scegliere?

La prima scelta da compiere quando si sostituisce la caldaia è la tipologia. Nello specifico, si può fare una primissima distinzione in base al combustibile usato per generare il calore. Avremo quindi:

  • caldaie a biomasse (legna, pellet, cippato, ecc)
  • caldaie a gas metano
  • caldaie elettriche (pompe di calore)

Le caldaie a biomasse, particolarmente diffuse soprattutto nei piccoli centri della Toscana, hanno un grosso svantaggio: sono molto inquinanti. La combustione delle biomasse, infatti, è poco efficiente e genera fumi di scarico particolarmente ricchi di particolato. In virtù di ciò, la stessa regione Toscana ha effettuato uno stanziamento di due fondi da 1 milione di euro all’anno per tre anni, per incentivare la sostituzione degli impianti di riscaldamento più inquinanti. Sono diverse le zone della Toscana, infatti, soggette a procedura di infrazione comunitaria per il superamento dei limiti di inquinamento da PM10.

 

Per ridurre quindi le emissioni inquinanti, diventa fondamentale sostituire i generatori a biomassa obsoleti con sistemi di riscaldamento più evoluti ed efficienti.

 

Gli incentivi della regione Toscana, inoltre, sono cumulabili con gli incentivi statali, consentendo potenzialmente di beneficiare di una detrazione fino al 100% sull’acquisto di un nuovo generatore di calore ad elevata efficienza (di classe IV o maggiore).

Tra i generatori di calore più efficienti, troviamo sicuramente le caldaie a condensazione a gas metano e le pompe di calore elettriche.

Prova il Nostro Simulatore Online Caldaia a Condensazione

Simulatore Caldaia a Condensazione: Scopri prezzi e Risparmio

 

Caldaia a condensazione o Pompa di Calore?

Premesso che, rispetto ai generatori di caldaie a biomasse, sia la caldaia a condensazione che la pompa di calore non richiedono particolari interventi di manutenzione ordinaria quotidiana e garantiscono semplicità e rapidità di utilizzo, cerchiamo di riassumere brevemente vantaggi e svantaggi delle due tecnologie nelle seguenti tabelle:

 

Caldaia a Condensazione

Pro Contro
  • Facilità di installazione
  • Basso costo di acquisto e installazione
  • Opera bene con vecchi impianti radianti
  • Basse emissioni inquinanti dirette
  • Instabilità dei prezzi del gas metano
  • Verifica annuale dell’efficienza energetica (controllo dei fumi)

 

Pompa di calore

Pro Contro
  • Assenza di emissioni inquinanti dirette (nessuna combustione)
  • Assenza di verifiche su efficienza ed emissioni
  • Altissima resa termica
  • Possibilità di riscaldare quasi a costo 0 se si possiede un impianto fotovoltaico con accumulo
  • Elevato costo di acquisto e installazione (facile da abbattere con gli incentivi)
  • Scarsa resa con impianti radianti esistenti (performa meglio con pavimenti radianti e grandi superfici radianti)

 

Simulatori Impianti di Riscaldamento Efficienti
Calcola Gratuitamente il Risparmio e Scopri i Costi

Obblighi da rispettare per l’Installazione di una Caldaia in Toscana

La Toscana ha deciso di uniformare la normativa regionale sugli impianti di riscaldamento a quella nazionale. Per l’installazione di un nuovo impianto quindi, è sempre richiesta la Certificazione di Conformità dell’impianto.

E’ inoltre obbligatorio possedere il Libretto dell’impianto, che deve essere sempre aggiornato con le manutenzioni periodiche dal tecnico abilitato che effettua l’intervento.

Come chiarito dal MISE e dalla normativa regionale, le operazioni di controllo e manutenzione dell’impianto devono essere eseguite da ditte abilitate ai sensi del decreto del Ministro dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37 (D.M. 37/08), per le tipologie impiantistiche pertinenti.

 

Prezzi e costi di installazione delle Caldaie in Toscana

Mentre i prezzi delle caldaie e degli impianti sono praticamente identici su tutto il territorio nazionale, ciò che varia molto, soprattutto su base territoriale, è il costo di installazione della caldaia. Nei piccoli centri possono esserci pratiche quasi monopoliste di alcuni installatori, mentre nelle grandi città l’eccesso di domanda può causare un incremento dei prezzi.

Per combattere questi fenomeni, sia che si abiti in città che in un piccolo centro della provincia, è sicuramente utile richiedere dei preventivi online. Il web, infatti, consente di raggiungere altre ditte certificate e il confronto di più preventivi può garantire, con sufficiente tranquillità, di trovare la soluzione più economica per le proprie esigenze.

I prezzi di installazione di una caldaia a condensazione in Toscana, da parte di una ditta qualificata, possono oscillare dai 250 ai 500 euro.

Ricordiamo che il costo di installazione di una caldaia può variare anche in base alla necessità di effettuare lavori extra, quali predisposizione per lo scarico della condensa acida o esecuzione di lavori di forature e/o installazione di nuove canne fumarie.

Inoltre, segnaliamo che esiste la possibilità di effettuare il pagamento rateale in bolletta della caldaia, beneficiando anche degli incentivi fiscali con sconto in fattura all’acquisto. Richiedi info.

 

Richiedi preventivo Installatore caldaia a condensazione

 

Incentivi per la sostituzione della Caldaia

Come segnalato già in precedenza, esistono incentivi di varia natura per sostituire la vecchia caldaia con un nuovo generatore di calore. Oltre agli incentivi nazionali, inoltre, in Toscana sono disponibili incentivi locali, attivi solo in alcuni comuni della regione che sono particolarmente penalizzati da una cattiva qualità dell’aria.

Per avere maggiori informazioni sulla presenza di incentivi locali nella propria città, basta inviare una richiesta sulla nostra pagina di contatto dedicata, per essere messi in contatto con un installatore della zona che conosce gli incentivi disponibili per ogni comune.

 

I principali bonus per sostituire la caldaia sono:

  • conto termico 65% [incentivo]: valido per chi sostituisce la vecchia caldaia con una pompa di calore elettrica (aria-aria, aria-acqua, geotermica). Prevede un rimborso diretto entro massimo due anni del 65% della spesa sostenuta
  • ecobonus 65% [detrazione]: valido per chi sostituisce la vecchia caldaia con un modello a condensazione almeno in classe A, abbinando sistemi di termoregolazione evoluti (termovalvole e/o termostati intelligenti con una o più sonde per la misurazione della temperatura)
  • ecobonus 65% [detrazione]: valido in caso di sostituzione della vecchia caldaia con un impianto ibrido, costituito da pompa di calore e caldaia a condensazione almeno in classe A (caldaia ibrida)
  • ecobonus 65% [detrazione]: valido per chi sostituisce il vecchio impianto con una Pompa di calore ad alta efficienza (aria-aria, aria-acqua, geotermica)
  • ecobonus 50% [detrazione]: valido per chi effettua esclusivamente la sostituzione della vecchia caldaia con un modello in classe A
  • bonus ristrutturazioni 50% [detrazione]: valido per chi sostituisce o installa, nell’ambito di una ristrutturazione, una nuova caldaia, indipendentemente dalla sua classe energetica
  • superbonus 110% [detrazione]: valido per chi sostituisce il vecchio impianto di riscaldamento con una pompa di calore o una caldaia a condensazione in classe A, a patto di rispettare i requisiti previsti dalla legge (incremento di almeno due classi energetiche dell’intero immobile e non della singola unità abitativa)
Simulatori Impianti di Riscaldamento Efficienti
Calcola Gratuitamente il Risparmio e Scopri i Costi

I costi di manutenzione della caldaia

In caso di caldaia a condensazione a gas, come abbiamo detto in precedenza, sono obbligatori per legge i controlli periodici dell’efficienza energetica, con emissione del bollino (verde o blu). I prezzi dell’intervento di revisione della caldaia, con emissione del bollino, oscillano dai 90 ai 130 euro.

Per essere certi di avere un impianto sempre efficiente e funzionante, e per evitare sanzioni anche onerose, noi suggeriamo sempre di sottoscrivere un contratto di manutenzione programmata. I vantaggi sono duplici:

  • costo fisso e basso, perché contrattato in precedenza
  • pianificazione “comoda” degli interventi con anticipo, senza ridursi all’alta stagione

Per scoprire i costi della manutenzione programmata, puoi chiamarci allo 06 90202514 o visitare la nostra pagina dedicata