Incentivi Caldaie a Condensazione 2022: Facciamo il Punto

Incentivi Caldaie a Condensazione 2022: Facciamo il Punto

Facciamo chiarezza su Detrazioni, Sconto in Fattura, Prezzi Reali e convenienza della Caldaia a Condensazione

Gli incentivi statali per la sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento sono delle misure finalizzate a:

  • ridurre le emissioni inquinanti nell’ambiente, al fine di raggiungere gli obiettivi pattuiti a livello internazionale sul controllo delle emissioni entro il 2030
  • ridurre i consumi di gas ed elettricità, che se non vengono adeguatamente contenute, possono rappresentare un vero e proprio problema di sicurezza nazionale, come abbiamo visto in questi mesi, visto che l’Italia dipende moltissimo dalle forniture estere

Per questi motivo lo stato è ben contento di erogare bonus e detrazioni fiscali, cercando di renderli sempre più accessibili ai cittadini.

Tuttavia, quando si parla di incentivi fiscali, bonus caldaia e sconto in fattura, c’è sempre molta diffidenza tra i consumatori, che pensano sempre che tali incentivi siano difficili da raggiungere o, addirittura, delle prese in giro.

Ma la situazione è davvero questa? Quali sono le detrazioni fiscali attualmente in corso per sostituire la caldaia a gas? I prezzi sono davvero aumentati? Si può ancora usufruire dello Sconto in Fattura? E soprattutto, lo sconto in fattura è reale o solo una trovata commerciale?

Cerchiamo quindi di fare il punto e rispondere a tutte queste domande.

 

Tutte le Detrazioni Fiscali per chi Sostituisce la Caldaia a Gas

Innanzitutto ricordiamo che le detrazioni fiscali non si applicano alle abitazioni di nuova costruzione, e questo perché, tra gli obiettivi dello Stato, c’è il recupero del patrimonio edilizio italiano esistente, cercando di ridurre la nuova cementificazione con conseguente consumo di suolo.

 

Le detrazioni fiscali in corso per il 2022 per chi sostituisce la caldaia a gas sono:

DetrazioneAliquotaVincoli
Bonus Ristrutturazioni50%nessun vincolo su classe di efficienza energetica o sull’immobile, ma l’installazione deve rientrare in un intervento di ristrutturazione della casa
Ecobonus 50%50%Sostituzione della vecchia caldaia con un modello almeno in Classe A
Ecobonus 65%65%Sostituzione della caldaia con un modello a condensazione almeno di Classe A e in più installazione di strumenti di termoregolazione evoluti (termovalvole, termostati evoluti con sonde interno/esterno).
Superbonus110%La sostituzione della caldaia con un modello a Condensazione almeno in Classe A deve accompagnarsi ad altri interventi sull’intero edificio che possano garantire un miglioramento di almeno due classi energetiche dell’intero immobile. Inoltre, per le abitazioni unifamiliari, la proroga delle scadenze è stata concessa fino a giugno 2022 solo in caso di ISEE minore di 25.000 euro

 

Come beneficiare delle Detrazioni Fiscali?

Installazione Caldaia a CondensazioneLe detrazioni fiscali sono, nel concreto, un credito d’imposta che l’Agenzia delle Entrate riconosce per l’acquisto di un determinato bene e che può essere compensato con il pagamento delle imposte sui Redditi.

In breve, quindi, ipotizzando di aver maturato un credito d’imposta pari a 1.000 €, il cittadino potrà beneficiarne in 10 quote di pari importo nell’arco di 10 anni (5 nel caso del Superbonus), quindi potrà portare in detrazione 100 € l’anno nella dichiarazione dei redditi.

Questo sistema, tuttavia, consente un recupero molto lento delle somme e, per importi più consistenti, il cittadino potrebbe non essere in grado di scontare tutto il credito in dichiarazione dei redditi (si parla quindi di insufficienza della capienza fiscale, ovvero quando le imposte annue da pagare sono inferiori alla quota annua del credito. Per questo motivo è stato introdotto il meccanismo della Cessione del Credito d’Imposta, che consente al contribuente di “cedere” il suo credito a terzi, in cambio di denaro (se effettua la cessione del credito ad una banca) o in cambio di uno sconto in fattura (se lo cede direttamente alla ditta che effettua i lavori).

Il Bonifico “Parlante”

Un elemento importante da non sottovalutare per vedersi riconosciuto il beneficio fiscale, a prescindere poi da come tale beneficio venga sfruttato, è la modalità di pagamento, che deve sempre avvenire mediante bonifico bancario “parlante”, ovvero che contenga, nella causale, il riferimento agli articoli di legge che autorizzano la detrazione fiscale, oltre a riportare gli estremi del beneficiario e del lavoro svolto.

Lo stesso dovrebbe avvenire in fattura, riportando esattamente il beneficiario, l’intervento effettuato e, se possibile, riportare indirizzo e dati catastali dell’immobile su cui sono stai eseguiti i lavori.

Prova il Nostro Simulatore Online Caldaia a Condensazione

Simulatore Caldaia a Condensazione: Scopri prezzi e Risparmio

 

Con lo Sconto in Fattura i Prezzi vengono davvero Gonfiati?

Uno dei principali dubbi di chi evita di optare per gli incentivi fiscali è quello che, beneficiando dei bonus, non si ottenga di fatto alcuno sconto, perché i prezzi, in virtù dei benefici, vengono gonfiati.

Andando oltre i luoghi comuni, facciamo un paio di precisazioni. Un cittadino può beneficiare del credito d’imposta direttamente nella propria dichiarazione dei redditi, senza cedere il credito. Nel caso in cui, invece, non volesse attendere 10 anni, potrebbe decidere di:

  1. cedere il credito ad un istituto di credito, che lo acquisterebbe offrendo in cambio un controvalore dall’80 al 90% circa dell’importo (a seconda della durata del credito e dei costi richiesti dalla Banca ed inoltre il cliente deve effettuare in autonomia tutte le pratiche)
  2. cedere il credito all’installatore, che si occuperà di tutta la parte burocratica e, se non ha sufficiente capienza fiscale, farà a sua volta la cessione del credito alla banca

In questo secondo scenario quindi entrano nel discorso due nuovi elementi: il costo di un terzo soggetto che effettui le pratiche per il riconoscimento del credito e agevoli la sua cessione e il costo, per la ditta di installazione, della “vendita” del credito alla banca.

 

Inoltre, bisogna considerare un ulteriore fattore: l’installatore non vorrà avere problemi con le pratiche, per cui si assicurerà che tutto il lavoro venga effettuato a regola d’arte e nel rispetto delle norme attualmente vigenti in materia di riscaldamento domestico, per cui nei lavori da mettere in conto si assicurerà di inserire anche dei dispositivi per il trattamento chimico dell’acqua (dosatore di polifosfati), come previsto dal Decreto Ministeriale del 25 giugno 2015, DM 26 del 25/06/2015, che indica i requisiti minimi per l’ottenimento della Dichiarazione di conformità dell’impianto.

Inoltre, per poter beneficiare dell’aliquota di detrazione fiscale al 65%, sarà necessario prevedere anche:

  • termovalvole su tutti i termosifoni
  • termostato smart

 

Dunque, il preventivo dell’installatore che offre lo sconto in fattura del 65% deve tenere in considerazione:

  • costo della caldaia a condensazione in classe A
  • costo delle termovalvole
  • costo dell’installazione e di eventuali interventi di adeguamento (scarico delle condense, modifica dei tubi di scarico)
  • costo per il disbrigo pratiche [implicito]
  • costo della cessione del credito alla banca [implicito]
Diventa quindi chiaro che è profondamente sbagliato confrontare il costo della caldaia a condensazione di listino con il prezzo applicato in caso di cessione del credito all’installatore.

E per quanto i due valori possano anche sembrare non molto lontani in alcuni casi (soprattutto in caso di caldaie di fascia bassa), bisogna ricordare che si ottengono sicuramente maggiori servizi e dispositivi, che migliorano notevolmente la gestione dell’impianto e riducono sul lungo termine i costi di esercizio (le termovalvole e i termostati intelligenti riducono i consumi di gas, evitando gli sprechi).

In breve, quindi, non si parla solo di acquisto di caldaia, ma di un vero e proprio “pacchetto” caldaia o kit caldaia, perché comprende svariati servizi

 

I prezzi Reali delle Caldaie a Condensazione

Dopo aver fatto le premesse su come si compone un preventivo per la sostituzione della caldaia a condensazione, possiamo passare a indicare quelli che sono i range di prezzo delle caldaia a condensazione sul mercato.

I prezzi indicati fanno riferimento ad una caldaia di potenza paria a 24 kW

QualitàPrezzo solo CaldaiaCosto InstallazioneCosto pacchetto Caldaia con sconto Ecobonus 65%
Fascia Alta900 – 1.800 €200 – 300 €1.000 – 1.500 €
Fascia Media600 – 1.000 €200 – 300 €600 – 900 €
Fascia Bassa450 – 700 €200 – 300 €500 – 800 €

 

In conclusione, grazie allo sconto in fattura si riesce ad avere una caldaia a condensazione con installazione, termovalvole su tutti i termosifoni, termostato evoluto, magari con l’aggiunta di altri elementi essenziali al buon funzionamento dell’impianto come defangatore e  dosatore di polifosfati praticamente a meno del solo costo vivo della caldaia, se ci si orienta su un prodotto di fascia medio alta. Per prodotti di fascia bassa, il peso dei servizi accessori e degli altri componenti cambia la situazione e il costo vivo della caldaia si avvicina al prezzo del pacchetto caldaia con sconto in fattura.

Per questo motivo, se si decide di richiedere lo sconto in fattura, è sempre conveniente orientarsi su un prodotto di fascia alta, che garantisce sia maggiore efficienza che migliore rapporto qualità prezzo.

 

Come richiedere un preventivo per la Caldaia a Condensazione con Sconto in Fattura

Se vuoi ricevere un preventivo per la sostituzione della caldaia a gas con un modello a condensazione, chiamaci allo 06 90202514 o compila il form sulla nostra pagina dedicata.

 

Richiedi Preventivo Caldaia

Preventivo Reale da un Installatore nella Tua Provincia, GRATIS e Senza Impegno!
Possibilità di Pagamenti Rateali a Tasso 0!

 

Il Gas costa troppo? Cambia fornitore e risparmia

La caldaia a condensazione consente importanti risparmi sui consumi di gas, che si attestano intorno al 20% se la temperatura di mandata viene impostata in un range tra 50 °C e 55 °C.

Oltre a risparmiare sui consumi con la caldaia ad alta efficienza a condensazione, ricorda che puoi abbattere subito il peso delle bollette, sottoscrivendo una tariffa gas più conveniente sul mercato libero.

Per conoscere le tariffe gas più convenienti, chiamaci allo 06 90202514 o usa i nostri comparatori gratuiti per comparare le tariffe e scoprire le più convenienti.

Confronta le Migliori Tariffe Gas Metano
Compara le Migliori Tariffe Luce ed Energia Elettrica

 

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

(Privacy Policy)