Installazione Impianti di Riscaldamento Veneto

In molti casi è obbligatorio adeguare le proprie abitazioni agli standard previsti dalla UE e apportare degli adeguamenti non solo sulla struttura della propria abitazione ma anche sugli impianti. Per tale ragione, se cercate dei professionisti in Veneto che si occupino d’installare degli impianti di riscaldamento di ultima generazione, qui troverete solo le aziende migliori del territorio.

 

Installazione d’impianti di riscaldamento in Veneto: come scegliere?

Se avete deciso d’installare dei nuovi impianti di riscaldamento in Veneto per la vostra abitazione ma non sapete come orientarvi nella scelta, nei paragrafi seguenti vi illustreremo le tipologie più diffuse di impianti efficienti e le loro caratteristiche principali.

 

Il riscaldamento a battiscopa

E’ uno dei nuovi sistemi di riscaldamento e permette un risparmio in bolletta anche del 30% rispetto agli impianti tradizionali. Questo tipo d’installazione viene eseguito dai migliori professionisti del Veneto lungo tutto il perimetro delle stanze e si chiama “a battiscopa” perché sostituisce lo zoccolo tradizionale. I vantaggi di questa installazione, come sicuramente vi illustrerà anche un installatore specializzato di Treviso o Verona, sono davvero numerosi:

  1. è quasi del tutto invisibile;
  2. non richiede particolari opere murarie;
  3. non solleva polvere;
  4. assicura un’efficiente diffusione del calore e si adatta perfettamente ai sistemi alimentati con il solare termico;
  5. mantiene i muri asciutti;
  6. e diffonde il calore in modo omogeneo in tutto l’ambiente.

Il costo dell’impianto si aggira intorno ai 100 euro per metro lineare (più manodopera) e varia in funzione dei materiali scelti.

 

Riscaldamento a pavimento

Si tratta di una soluzione già collaudata e da anni presente in molte case di Padova, il riscaldamento a pavimento si serve di un sistema radiante, a pannelli. Rispetto alla tipologia precedente, questo riscaldamento:

  1. azzera l’ingombro;
  2. non solleva polvere;
  3. capace di lavorare a basse temperature;
  4. permette di accostare i mobili alle pareti senza preoccuparsi di rovinarli a causa della concentrazione dell’aria calda.

Tuttavia questo sistema richiede un termostato che il tuo installatore in Veneto dovrà predisporre in ogni ambiente. Senza un termostato che controlla costantemente la temperatura delle stanze di tutto l’impianto a pavimento, potrebbe diminuire il risparmio in bolletta, che comunque si aggira sempre intorno al 25% rispetto a un sistema tradizionale.

Il costo dell’impianto di riscaldamento a pavimento si aggira intorno ai 75 euro per metro quadro.

 

Riscaldamento elettrico

Il sistema di riscaldamento elettrico è conveniente nella misura in cui la produzione di energia elettrica dipende da fonti rinnovabili, ad esempio attraverso un impianto fotovoltaico con accumulo. La sola pompa di calore o i cavi riscaldanti, infatti, non basterebbero a giustificare questa scelta in un comune ambiente domestico e anche il vostro installatore di Treviso ve lo sconsiglierebbe.

Il risparmio con questo tipo d’impianto è notevole e dipende dalla quantità di energia autoprodotta, arrivando perfino ad annullare i costi di esercizio.

Il costo dell’impianto varia in funzione dei materiali e del tipo di apparecchiature scelte (pompa di calore, stutture di supporto, matasse per l’impiantistica, etc.).

 

Riscaldamento a soffitto

Sappiamo che l’aria calda tende a salire, quindi quale può essere la convenienza del riscaldamento a soffitto? Innanzitutto, bisogna dire che per il soffitto s’impiega la radiazione termica incidente (diretta o indiretta). Ciò significa che quando il vostro installatore in Veneto verrà a eseguire i lavori, avrete un impianto che utilizza l’irraggiamento delle superfici della stanza, anziché la circolazione dell’aria, un po’ come avviene con il sole. Grazie a questo sistema, le superfici riescono ad assorbire fino al 90% della radiazione termica, con valori d’irraggiamento vicini al 100%.

I vantaggi del riscaldamento a soffitto sono numerosi, tra cui:

  1. non si rischia di sollevare polvere;
  2. a differenza del riscaldamento a pavimento, permettere di scegliere diversi materiali;
  3. può essere abbinato al raffrescamento;
  4. non causa inutili ingombri;
  5. e permette di utilizzare tutte le superfici dell’abitazione, compreso il sottotetto.

Il costo dell’impianto a soffitto a Padova e a Treviso cambia in funzione delle applicazioni e si aggira intorno agli 80/90 euro a metro quadro (oltre manodopera e optional aggiuntivi).

 

Caldaie a Condensazione

Delle Caldaie a Condensazione abbiamo parlato ampiamente in passato, specificandone sempre i vantaggi in termini di risparmio sulle bollette di gas metano e di riduzione delle emissioni nocive nell’ambiente. Una caldaia a condensazione (che per altro è diventata l’unica caldaia a gas metano che può essere prodotta secondo la legge italiana) può facilmente sostituire una vecchia caldaia a gas metano e il suo costo leggermente superiore si ripaga in pochi mesi, soprattutto se si utilizzano in casa impianti con ampie superfici radianti, come il pavimento o le pareti radianti, o se si usano termosifoni ampiamente sovradimensionati. Tutto questo perché la caldaia a condensazione ha la massima efficienza e resa con impianti di riscaldamento con temperatura di mandata più basse, mentre il risparmio si riduce se la si fa lavorare al massimo della potenza con temperature molto elevate, per le quali il recupero interno del calore risulta avere un basso impatto.

 

Caldaie a Pellet e a Biomasse

Le caldaie a Pellet o a Biomasse sono molto apprezzate soprattutto nei centri montani, dove il costo della materia prima si riduce molto. Le caldaie, o termostufe a biomassa, hanno preso il sopravvento soprattutto in quelle case dove era molto utilizzato il camino o il focolare come fonte primaria o secondaria di riscaldamento degli ambienti. Le caldaie a biomassa, infatti, consentono di riscaldare tutta la casa e l’acqua calda sanitaria, andando a sostituire completamente una caldaia a gas metano, utilizzando come fonte di alimentazione le biomasse (pellet, cippato, nocciolino, mais, legna da ardere). L’installazione può avvenire a vista, con i modelli previsti di vetro e rivestimenti in ceramica o acciaio, oppure in un vano caldaia. In quest’ultimo caso l’integrazione con un impianto di riscaldamento già esistente è molto più semplice e, inoltre, la caldaia può essere dotata di silos in grado di aumentare anche di diversi giorni l’autonomia della caldaia stessa.
Bisogna precisare, tuttavia, che questo nostro breve vademecum rappresenta solo un’indicazione: per qualsiasi tipo d’informazione aggiuntiva e richiedere un preventivo personalizzato, affidatevi alle migliori aziende presenti in Veneto.

Tanti installatori qualificati vi attendono direttamente a Padova e a Treviso per offrirvi il massimo della qualità ai prezzi più convenienti del mercato.

 

Richiedi Sopralluogo Gratuito Installatore