Bollette del Gas: dove costano di più e come risparmiare

Bollette del Gas: dove costano di più e come risparmiare

Risparmiare sulle Bollette del Gas

I costi delle bollette del gas variano nelle diverse regioni d’Italia, a seconda dei consumi e del prezzo del gas metano. Ma i metodi per risparmiare sono molti: dalle vantaggiose tariffe del mercato libero agli impianti che rendono più efficiente la nostra casa. Scopriamone di più.

I fattori che influiscono sulle bollette sono consumi e tariffe

Uno studio condotto a livello nazionale ha rilevato che le bollette del gas non sono uguali in tutta Italia. A seconda della regione in cui avviene la fornitura, infatti, il prezzo per ogni metro cubo del gas naturale può variare, anche in maniera piuttosto sensibile.

Questa circostanza è dovuta al fatto che l’Autorità di settore (AEEGSI) ha suddiviso il territorio nazionale in sei differenti ambiti, ad ognuno dei quali corrisponde un diverso profilo tariffario.

Inoltre, c’è un altro fattore molto importante che provoca la diversità degli importi in bolletta da regione a regione. Si tratta dei consumi, che sono più alti in quelle zone dell’Italia in cui la temperatura media è più bassa e c’è, quindi, una maggiore esigenza di riscaldamento domestico.

La coesistenza di questi due fattori – tariffe differenziate e consumi differenti – fa sì che la spesa media annua per la fornitura di gas sia molto diversa, a seconda della regione di residenza.

Ad esempio, a fronte di una spesa media annua per il gas metano di circa 971 EUR sul territorio nazionale, i cittadini del Friuli Venezia Giulia e del Trentino Alto Adige (ma anche delle regioni appenniniche come Marche, Abruzzo e Molise), spendono per il gas molto di più (oltre mille EUR) rispetto agli abitanti di Puglia, Campania o Basilicata, regioni dove le temperature sono sicuramente più clementi, anche d’inverno, e consentono una spesa annua abbondantemente inferiore alla media nazionale.

A questa situazione di fatto, il cittadino può rimediare in diversi modi, realizzando un consistente risparmio in bolletta.

Le vantaggiose tariffe gas del mercato libero

Innanzitutto, è bene ricordare che anche nel settore gas, per fortuna, vige il principio del libero mercato. Ogni cittadino, quindi, in qualunque regione abbia la residenza, è libero di scegliere il proprio fornitore di gas metano.

Gli operatori che offrono i loro servizi sul mercato libero propongono alla clientela prezzi molto convenienti, rispetto alle tariffe sopra esaminate, stabilite dall’Autorità di settore.

In particolare, è stato rilevato che la tariffa più vantaggiosa del mercato libero è in grado di far risparmiare oltre il 13% del costo delle bollette del gas, rispetto alle tariffe del regime di maggior tutela (cioè quelle stabilite dall’Autorità).

Ovviamente, ognuno deve aver cura di scegliere l’operatore che offra la tariffa più conveniente per le proprie esigenze. Anche le tariffe degli operatori del mercato libero, infatti, possono differenziarsi a seconda della zona territoriale di residenza e in base al volume di consumi realizzato.

A scopo orientativo, vi ricordiamo le tariffe previste da alcuni operatori del mercato libero.

Wekiwi, una società entrata di recente in questo settore e già molto apprezzata dagli utenti, offre una tariffa del gas pari a 80 EUR/mese, che corrispondono a 960 EUR/anno, una spesa inferiore a quella sostenuta con le tariffe dell’Autorità.

Sorgenia ed Edison propongono tariffe pari, rispettivamente ad 81,75 EUR/mese ed 86,17 EUR/mese, che comportano entrambe una spesa annua complessiva leggermente superiore a quella che si sostiene con le tariffe dell’AEEGSI, sopra esaminate.

 

E’ possibile consultare e confrontare tutte le tariffe praticate dagli operatori del mercato libero nel settore gas, nell’apposita sezione del nostro sito.

 

Gli impianti che consentono di risparmiare sul gas

Fin qui, abbiamo appurato che è possibile risparmiare sulla bolletta del gas, scegliendo un operatore del mercato libero, anziché rimanere nel regime di maggior tutela regolato dall’Autorità di settore.

Vi sono, però, dei modi ancora più efficaci per ridurre drasticamente gli importi delle bollette del gas. Si tratta di interventi da realizzare sugli immobili, in modo da renderli più efficienti dal punto di vista energetico.

Ad esempio, l’installazione di una caldaia a condensazione in luogo della consueta caldaia a gas, permette di sfruttare in maniera più efficiente il calore prodotto. Infatti, nella caldaia a condensazione, il calore viene recuperato anche dai fumi prodotti dalla combustione, generando un migliore riscaldamento degli ambienti domestici e riducendo gli sprechi, con un conseguente risparmio immediato in bolletta.

 

Tutti i vantaggi delle pompe di calore

Ma vi é di più. Il gas, infatti, non è certo l’unica fonte di calore che conosciamo. Con una pompa di calore è possibile sfruttare energie pulite, rinnovabili e gratuite per fornire alla nostra casa il riscaldamento di cui necessita.

Tra i vari tipi di pompe di calore ricordiamo quelle aria-acqua, che sfruttano l’aria presente nell’atmosfera esterna per riscaldare l’acqua che circola nei termosifoni, e soprattutto le pompe di calore geotermiche.

Queste ultime possono essere di due tipi: acqua-acqua o terra-acqua, a seconda che estraggano il calore dalle falde acquifere sotterranee o dal terreno circostante l’abitazione (ad esempio, dal giardino). Il fluido che circola all’interno delle tubazioni di questi impianti estrae calore dal terreno e lo porta al condensatore, che fornisce riscaldamento agli ambienti domestici e acqua calda sanitaria per ogni utilizzo.

Un impianto di questo tipo risolve “alla radice” il problema delle bollette del gas, poiché può consentire di rinunciare del tutto all’installazione di una caldaia a gas.

 

Efficienza energetica: pompe di calore, fotovoltaico e incentivi

Del resto, se è vero, che una pompa di calore consuma molta energia elettrica, è anche vero che la realizzazione di un impianto fotovoltaico permetterebbe di autoprodursi l’energia elettrica necessaria al fabbisogno domestico, e di alimentare anche la pompa di calore: il risultato sarebbe quello di dimenticarsi completamente delle bollette del gas e della luce!

Si tratta, quindi, di investimenti che rientrano nel giro di pochissimi anni, sia perché fanno risparmiare sulle bollette, sia perché consentono di evitare l’acquisto di altri costosi apparecchi (condizionatori e caldaie a gas).

In più, gli incentivi statali a favore dei sistemi fotovoltaici e delle pompe di calore consentono di recuperare gran parte della spesa attraverso il meccanismo delle detrazioni fiscali.

Come si vede, i modi per risparmiare sulla bolletta del gas sono tanti, dalle vantaggiose tariffe del mercato libero agli impianti per il miglioramento dell’efficienza energetica degli immobili: a voi la scelta!

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?
Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)