Prorogata la Fine del Mercato Tutelato

Prorogata la Fine del Mercato Tutelato

Rinviata ancora la data in cui Tutti i Cittadini Italiani dovranno passare al Mercato Libero dell’Energia

La fine del mercato tutelato è stata rinviata al 1° luglio 2020, ma il passaggio di tutti i consumatori al mercato libero rimane comunque inevitabile. Scopriamo quali sono i vantaggi della libera concorrenza nei settori luce e gas e perché conviene anticipare questo passaggio senza aspettare la scadenza del regime di maggior tutela.

Le differenze tra mercato tutelato e mercato libero

Un provvedimento del Governo ha stabilito che la fine del mercato tutelato, che era prevista per il 2019, è ora fissata alla data del 1° luglio 2020.

Ciò significa che fra meno di due anni il regime di maggior tutela per le offerte luce e gas non esisterà più, e bisognerà necessariamente passare al mercato libero.

Per capire meglio la nuova situazione che aspetta i consumatori, ricordiamo brevemente le carattersitiche dei due differenti regimi di offerta. Nel mercato tutelato le offerte luce e gas devono rispettare i prezzi stabiliti dall’Autorità garante del settore (ARERA), che li decide ogni tre mesi in base al valore delle materie prime.

Inoltre, l’Autorità stabilisce anche le condizioni contrattuali che devono praticare gli operatori e vigila sulla loro effettiva applicazione. Tali condizioni si riferiscono ad aspetti come la durata del contratto, il suo rinnovo, il diritto di recesso o la periodicità delle bollette.

Nel mercato libero, invece, gli operatori sono liberi di decidere il prezzo finale da praticare alla clientela e possono proporre a quest’ultima offerte speciali, sconti di durata variabile e condizioni promozionali. La concorrenza tra i vari operatori del mercato libera si traduce, quindi, in offerte sempre più convenienti per i consumatori.

In sintesi, quindi, nel mercato libero i prezzi sono generalmente più bassi rispetto al mercato tutelato. Questo, però, non sempre accade e perciò sono richiesti:

  • il rispetto delle regole agli operatori
  • un certo grado di attenzione da parte dei consumatori

Nei prossimi paragrafi chiariremo questi due aspetti.

 

Le ragioni del rinvio della fine del mercato tutelato

La chiusura del mercato tutelato è un provvedimento che mira a favorire ulteriormente la concorrenza, permettendo ai consumatori di scegliere l’offerta migliore tra quelle del mercato libero. Prima di sancire la fine del regime tutelato, però, le istituzioni vogliono essere sicure che tutti gli operatori del mercato libero si comportino in maniera corretta nei confronti dei consumatori. Per ottenere questo, occorre predisporre un adeguato sistema di regole e di controlli che impediscano ai venditori di proporre al pubblico offerte poco chiare o addirittura ingannevoli.

È proprio questa la ragione per cui la fine del mercato tutelato è stata prorogata al 2020: il Governo, infatti, vuole avere il giusto tempo a disposizione per creare un sistema di mercato libero che riservi le opportune tutele alla clientela.

Questo, però, non vuol dire che passare al mercato libero non convenga già da adesso. È sufficiente prestare la necessaria attenzione in fase di scelta dell’offerta, per assicurarsi già da oggi un notevole risparmio sulle bollette di luce e gas con operatori seri e affidabili. Vediamo, a questo proposito, alcuni consigli utili.

 

I consigli per una scelta consapevole, sin da oggi, della Migliore Tariffa per Luce e Gas

Quando si sceglie il nuovo venditore per la fornitura domestica di luce e gas, il primo passo da fare è quello di confrontare le offerte dei vari operatori presenti sul mercato libero.

Utilizzando un comparatore online di offerte luce e offerte gas, è possibile avere un quadro complessivo delle offerte presenti sul mercato in quel momento e di avere una visione chiara dei prezzi luce e gas praticati dai vari operatori.

Il confronto tra le varie offerte diventa, quindi, facilissimo e immediato. I comparatori di tariffe online, inoltre, vengono aggiornati quotidianamente e informano l’utente anche sulle ultimissime offerte proposte. Come si vede, quindi, già oggi i consumatori dispongono di tutte le informazioni necessarie per operare una scelta consapevole tra i vari fornitori e trovare l’offerta più vantaggiosa per le proprie esigenze.

Ma c’è anche un’altra ragione per cui conviene anticipare il passaggio al mercato libero, senza attendere la chiusura del regime di maggior tutela.

 

L’importanza di attivare subito un’offerta sul mercato libero

Il prezzo dell’energia sui mercati, infatti, è in continua crescita, perché è sempre più alto il prezzo delle materie prime. Questo costringe gli operatori ad adeguare le proprie offerte e a proporre alla clientela un prezzo più oneroso.

È evidente, quindi, che in questo caso il comportamento migliore da parte del consumatore sia quello di aderire il prima possibile ad un’offerta luce o gas, per approfittare di un prezzo più basso, prima che i costi delle materie prime lievitino ulteriormente. A tal fine, la scelta migliore è rappresentata da una tariffa fissa, che mantenga bloccato il prezzo per tutta la durata dell’offerta contrattuale.

In tal modo, il cliente continuerà a pagare l’energia elettrica e il gas sempre allo stesso prezzo, anche se nel corso della durata del contratto il prezzo delle materie prime dovesse subire ulteriori rincari.

 

Confronta le offerte e scegli quella giusta per te

Ad oggi, il mercato tutelato conta ancora circa il 60% della clientela nazionale complessiva, sia nel settore luce che nel settore gas. Tutte queste famiglie, al più tardi nel 2020, sono destinate a riversarsi nel mercato libero.

Il nostro consiglio, in conclusione, è quello di non aspettare la chiusura del regime di maggior tutela, ma di passare immediatamente ad un’offerta del mercato libero, aiutandosi con il nostro comparatore di tariffe online.

 

E questo, in sintesi, per i seguenti motivi:

  • i prezzi del mercato libero sono più bassi di circa il 10% rispetto a quelli del mercato tutelato
  • scegliendo con la giusta attenzione è facile distinguere le offerte realmente convenienti da quelle che non lo sono
  • prima si attiva un nuovo contratto luce e/o gas, più si risparmia, perché si evita che i prezzi delle materie prime salgano ancora, facendo lievitare anche i prezzi per gli utenti finali

Con questi semplici accorgimenti e con l’utilizzo del nostro comparatore online, potete già da oggi confrontare le migliori offerte del mercato libero e attivare la vostra nuova fornitura di luce e gas. Buon Risparmio!