Defangatore per Caldaia a Gas: come funziona e perché è importante

Defangatore per Caldaia a Gas: come funziona e perché è importante

Quello che devi sapere sul montaggio del defangatore per caldaie e sul suo funzionamento

Sei alla ricerca di informazioni utili sul filtro defangatore per caldaia a gas?

Sei nel posto giusto: in questa guida ti forniremo una serie di indicazioni sul montaggio e sul funzionamento del defangatore per le caldaie, un accessorio prezioso per filtrare le impurità contenute nell’acqua dell’impianto di riscaldamento.

Nell’acqua sono presenti diverse impurità che possono ostruire i tubi e compromettere il buon funzionamento della tua caldaia. Non ci riferiamo esclusivamente al calcare: anche particelle di sabbia o sostanze ferrose rischiano di depositarsi nel tuo impianto, provocando danni allo scambiatore e alla pompa di circolazione, due elementi essenziali per una caldaia.

La presenza del defangatore per caldaia a gas ha proprio l’obiettivo di prevenire la creazione di depositi di sostanze nel tuo impianto, ottimizzando le sue prestazioni.

Vediamo ora come funziona, nello specifico, il defangatore, quali sono gli obblighi previsti dalla legge e le caratteristiche di questo piccolo ma prezioso accessorio per la tua caldaia.

Quando parliamo di prevenzione e di salute del tuo impianto di riscaldamento, l’aspetto fondamentale ha a che fare con la protezione dell’impianto dal deposito di impurità e sostanze che potrebbero comprometterne la funzionalità.

Il filtro defangatore è una soluzione efficace, pratica e sicura per prevenire tutte quelle problematiche che potrebbero colpire il sistema di riscaldamento di casa, generate da corrosione, ruggine e altre particelle.

Se sei pronto, vediamo subito cos’è e come funziona un defangatore.

 

Defangatore: cos’è e perché installarlo

La prima domanda a cui vogliamo rispondere in questa guida è: che cos’è un defangatore per la caldaia? Si tratta di un dispositivo che, installato sulla caldaia, evita l’accumulo di sostanze pericolose contenute nell’acqua dell’impianto di riscaldamento.

Sicuramente il calcare è un grande nemico della tua caldaia ma, purtroppo, non è l’unico.Ci sono una serie di elementi che, se si depositano nei tubi, rischiano di compromettere il funzionamento dell’impianto: parliamo di fango, sabbia, terreno e sostanze ferrose che possono danneggiare parti vitali della tua caldaia, come lo scambiatore o la pompa di circolazione.

Sostituire pezzi della caldaia come lo scambiatore potrebbe costarti centinaia di euro, tanto che, in alcuni casi, conviene addirittura sostituire l’intero impianto. Proprio per questo, è importante tutelare la caldaia da tutte le sostanze dannose attraverso l’installazione del filtro.

Ricapitolando, perché dovresti installare un defangatore per la tua caldaia a gas?

  • Migliorare l’efficienza del tuo impianto e allungarne la vita
  • Ridurre i costi in bolletta
  • Abbattere il rischio di guasti che potrebbero comportare l’esborso di centinaia di euro

 

Come funziona il defangatore

Il defangatore per la caldaia a gas segue un meccanismo di funzionamento molto semplice per liberare l’acqua dalle impurità: il dispositivo deve decantare i flussi e, per farlo, sfrutta il principio fisico del magnetismo (tanto che si parla anche di filtro defangatore magnetico).

Per riassumere:

  • Nel momento in cui l’acqua entra nel filtro, si crea un turbine che ne rallenta il flusso prima dell’ingresso nella caldaia;
  • Con la creazione di questo turbine, le microparticelle presenti nell’acqua si separano depositandosi sul fondo;
  • Il magnete ha il compito di attrarre tutte le sostanze ferrose, per evitare che vadano ad intaccare i tubi;
  • Il materiale di scarto si accumula in una camera di raccolta, che deve essere ripulita con costanza.

Per evitare l’usura del magnete, questo viene ricoperto da una sorta di guaina protettiva facilmente removibile, così da garantire una facilità nella pulizia.

 

Come si sceglie il defangatore: filtri grandi o compatti

Se ti stai chiedendo quale defangatore magnetico acquistare per la tua caldaia, possiamo dire che in generale questi si dividono in due grandi famiglie:

  1. Filtri grandi
  2. Filtri compatti o small

Per valutare quello più adatto alle tue necessità, devi prendere in considerazione sia le dimensioni dell’impianto, sia le caratteristiche dell’acqua.

Per conoscere le caratteristiche dell’acqua, ti basta analizzarla con un semplice kit che ottempera proprio a questa funzione. Per analizzare l’acqua con il kit, prelevane un campione da un radiatore e versalo nella provetta che trovi in dotazione. Osserva la reazione che avviene e il colore di cui diventa l’acqua.

Se il liquido assume un colore tra il rosa e il rosso, significa che nell’acqua c’è una certa quantità di ferro; al contrario, se il liquido resta incolore significa che non sono presenti particelle ferrose in quantità rilevante. All’interno del kit ci sono delle indicazioni su come quantificare l’entità del ferro presente nell’acqua: in generale, più ferro c’è al suo interno, maggiori saranno le dimensioni del filtro defangatore di cui avrai bisogno.

 

Dove e come si installa il defangatore

Una volta capite le dimensioni del defangatore per caldaia a gas da installare, il montaggio è a carico di un professionista che conosce perfettamente le dinamiche di funzionamento dell’impianto.

Non si tratta di un’operazione particolarmente complessa, ma è bene affidarsi ad un tecnico per evitare di compromettere erroneamente il corretto funzionamento della tua caldaia.

I defangatori possono essere installati in diverse posizioni e sono concepiti per essere montati anche in spazi ridotti. Sarà il tecnico a valutare con esattezza quelle che sono le necessità del tuo apparecchio.

Vuoi Aumentare il Risparmio sulle Bollette del Gas Metano?

 

Il defangatore è obbligatorio per legge?

Rispondiamo ora ad un’altra domanda frequente quando si parla di filtro defangatore per la caldaia: si tratta di un dispositivo obbligatorio per legge?

In realtà, nonostante le informazioni controverse reperibili sul web, la sua installazione non rappresenta un vincolo normativo: dunque no, il defangatore non è obbligatorio per legge.

Tuttavia, installare un defangatore è caldamente consigliato per evitare costosi interventi di pulizia dell’acqua tecnica (quelli obbligatori per legge), che potrebbero essere ammortizzati dal montaggio di questo dispositivo.

Oltre a questo, abbiamo visto tutti i vantaggi che l’installazione del defangatore è in grado di generare, dal miglioramento delle prestazioni della caldaia al prolungamento della vita dell’intero impianto.

 

La pulizia del defangatore

Il defangatore va sottoposto ad una pulizia periodica per mantenere inalterata la sua efficienza. Particolarmente importante risulta essere la prima pulizia, che deve avvenire a pochi giorni dall’installazione dell’impianto.

Ciò accade perché, nei primi giorni, il filtro smaltisce le impurità depositate nella tua caldaia frutto di un accumulo di lungo periodo; questo sovraccarico provoca un surplus di sporcizia nel defangatore, che proprio per questo va sottoposto ad una prima pulizia.

Dopo questa prima pulizia, quelle ordinarie avvengono orientativamente una volta l’anno.

 

Prezzi del defangatore

Il costo del defangatore varia a seconda di diversi parametri come, ad esempio, le dimensioni e il marchio. Ci sono defangatori adatti ad ogni necessità e per ogni fascia di prezzo: sta a te scegliere il dispositivo migliore per la tua caldaia.

Richiedi Preventivo Installazione Caldaia Configuratore Caldaia a Condensazione

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?
Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)