Caldaia a condensazione a basamento: come funziona e quando conviene

Caldaia a condensazione a basamento: come funziona e quando conviene

Caratteristiche, funzionamento e vantaggi delle caldaie a condensazione

La caldaia a condensazione a basamento è un particolare tipo di caldaia che generalmente è molto più ingombrante di una tradizionale caldaia a parete. Questa caratteristica dipende dal fatto che una caldaia a basamento è provvista di un bollitore molto capiente, in grado di generare quantità di acqua calda maggiori delle comuni caldaie ad uso domestico. Per questo motivo, spazio permettendo, un impianto di riscaldamento di questo tipo può essere molto vantaggioso. Vediamo, dunque, più in dettaglio, com’è fatta e come funziona una caldaia a condensazione, i suoi pregi, le marche più consigliate e i costi di questo macchinario.

Com’è fatta e come funziona una caldaia a condensazione a basamento?

Caldaia a Condensazione a basamentoIl funzionamento della caldaia a condensazione a basamento si fonda su una scrupolosa regolazione delle potenze. Questa particolare tipologia di caldaie di solito è impiegata sia per piccole potenze (circa 20-30 Kw), che per potenze molto grandi.
Le caldaie a basamento sono costituite di uno scambiatore in acciaio, in ghisa, in rame o in alluminio, che nella tipologia “a camera aperta” prendere l’aria dall’ambiente circostante, mentre nella versione “a camera stagna” preleva il flusso d’aria dall’esterno. Quest’ultimo processo avviene in due modi. Attraverso il tiraggio naturale o mediante tiraggio forzato, grazie all’aiuto di un ventilatore posto dentro o fuori l’abitazione. Per tale motivo, una caldaia a basamento collocata all’esterno con potenza maggiore di 34 Kw è fatta di un box metallico e di un gruppo termico formato da più di una caldaia integrata. Al contrario, la produzione di acqua calda sanitaria può far parte del corpo caldaia o distaccata per mezzo di un particolare boiler che può abbinarsi anche ai pannelli solari.
In commercio si possono trovare tre tipi di caldaie a condensazione a basamento che si distinguono per installazione e potenza. Pertanto bisogna conoscere bene le nostre aspettative e le nostre esigenze per compiere una scelta accurata. Ma tra cosa dobbiamo scegliere? Quando acquistiamo una caldaia a basamento possiamo optare per una versione deputata al solo riscaldamento oppure per una versione adatta sia per il riscaldamento sia per la produzione di acqua calda sanitaria, riducendo notevolmente i costi energetici e ottimizzando i consumi. Da un lato prettamente estetico, invece, una caldaia a condensazione a basamento si caratterizza per le sue dimensioni maggiori rispetto a una tradizionale (anche detta “muraria”) e per l’essere appoggiate al suolo.

I vantaggi di una caldaia a condensazione a basamento

Le moderne caldaie a basamento offrono numerosi vantaggi: innanzitutto, alcune di queste caldaie sono provviste di bollitore a energia solare e ciò permette non solo un risparmio economico elevato, ma anche la possibilità di servirsi di tanta energia pulita.
Tra le qualità principali ricordiamo:

  • – Ridotto consumo di gas;
  • – Bassi consumi di elettricità;
  • – Riduzione dei costi di funzionamento e di manutenzione;
  • – Eccellente classe di efficienza energetica;
  • – Possibilità di ottenere una grande disponibilità di acqua calda;
  • – Possibilità di usufruire dei bonus statali.

I costi di una caldaia a condensazione a basamento

Solitamente i prezzi di una caldaia a condensazione a basamento sono compresi tra 1.500 euro e 4.000 euro. Considerati i costi, quindi, è preferibile acquistare una caldaia che consenta di ammortizzare il prezzo d’acquisto con il risparmio energetico permesso. Un altro consiglio utile nella scelta della caldaia è di fare attenzione anche alle emissioni nocive diffuse nell’ambiente: la presenza del bruciatore ecologico infatti è in grado di assicurare basse emissioni inquinanti. In certi modelli ad esempio è prevista l’alimentazione a GPL o a metano.

Simulatore Online Caldaia a Condensazione

Simulatore Caldaia a Condensazione: Scopri prezzi e Risparmio

Caldaia a condensazione a basamento: quali bonus?

Per finire la nostra breve guida, va ricordato che, fino al 31 dicembre del 2017, con la sostituzione di una vecchia caldaia con un’altra tradizionale o a basamento può far accedere ad agevolazioni fiscali molto convenienti.
Ad esempio, se questi interventi si compiono su singole unità immobiliari o su parti condominiali comuni, è possibile ammortizzare fino al 50% della somma spesa per un massimo di 96.000 euro. Se invece le opere di sostituzione sono compiute per riqualificare energeticamente un edificio e prevedono anche la sostituzione della vecchia caldaia, gli incentivi statali sono pari al 65%, fino a un tetto massimo di 30.000 euro. Questi incentivi riguardano anche l’installazione di dispositivi per la gestione da remoto della caldaia (computer, smartphone, etc.) e si traducono in una detrazione fiscale dell’Irpef o dell’Ires, da distribuire mensilmente per la durata di 10 anni.

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?
Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)