Bollette del Gas Astronomiche? Forse è ora di cambiare la caldaia

Bollette del Gas Astronomiche? Forse è ora di cambiare la caldaia

Ogni anno una famiglia media composta da 4 persone spende circa 1000 euro in gas metano, di cui oltre il 90% per riscaldamento e Acqua Calda Sanitaria (ACS)

In questo periodo dell’anno milioni di famiglie italiane si vedono recapitare bollette del gas con cifre spesso da capogiro. Considerando anche il periodo che tutti noi stiamo attraversando, bollette del genere possono destare non poca preoccupazione e ci si domanda spesso perché la bolletta del metano sia così cara. La maggior parte del consumo del gas metano in un’abitazione è collegata al riscaldamento e alla produzione di acqua calda sanitaria, servizi entrambi erogati dalla caldaia.

Per poter risparmiare sulla bolletta del metano dobbiamo innanzitutto capire se la tariffa a cui paghiamo il gas sia davvero conveniente, ma non solo, bisogna prestare molta attenzione anche alla caldaia presente nella nostra abitazione. Infine è molto importante adottare alcuni semplici comportamenti virtuosi che consentono di evitare facilmente gli sprechi che si insidiano nelle piccole abitudini di ogni giorno.

 

4 consigli pratici per risparmiare sul riscaldamento in casa

Innanzitutto, per risparmiare sulla bolletta del gas metano, è buona norma mantenere sotto controllo gli sprechi del gas in casa. Ecco alcuni piccoli accorgimenti che si possono mettere in pratica facilmente:

  • Mantenere sempre una temperatura controllata e munirsi, se non lo si ha già, di un cronotermostato, da impostare ad una temperatura media da 19 a 21 gradi. Ottimale sarebbe anche l’installazione di valvole termostatiche in ogni ambiente della casa (soprattutto se la casa è molto grande), in modo da avere una temperatura costante in ogni stanza e di poter tra l’altro impostare temperature più basse in stanze che si frequentano poco

 

  • Evitare di aprire a lungo le finestre nelle giornate particolarmente fredde, cercando anche di capire se sono presenti degli spifferi provenienti dagli infissi o dalle porte dell’abitazione. Come indicazione di massima, è meglio spalancare tutte le finestre per 5 minuti, favorendo un rapido ricambio d’aria senza raffreddare gli oggetti e le superfici, che avere una sola finestra poco aperta per molte ore.

 

  • Non coprire i radiatori con vestiti o copritermosifoni che, seppur belli, ostacolano il calore, rendendo gli ambienti freddi nonostante la caldaia sia comunque in funzione e stia bruciando del combustibile

 

  • Nelle ore notturne non aumentare la temperatura del termostato; basta utilizzare una coperta in più e utilizzare indumenti più caldi. Anche la qualità del sonno ne beneficerà.

 

4 Consigli per Evitare Sprechi di Acqua Caldaia Sanitaria

Ogni volta che apriamo il rubinetto ed esso non è impostato solo su acqua fredda, la Caldaia viene richiamata e inizia a riscaldare l’acqua sanitaria. Anche se chiudiamo il rubinetto dopo pochi secondi, prima ancora che effettivamente l’acqua calda inizi a fuoriuscire, la caldaia avrà bruciato del gas metano, e ne avrà bruciato per un tempo maggiore rispetto al tempo di apertura del rubinetto, perché si prepara ad erogare tutta l’acqua calda necessaria. La caldaia è quindi un elemento fondamentale anche nella produzione di ACS, per questo è fondamentale verificare che la caldaia sia davvero efficiente e di ultima generazione ad alta efficienza.

 

Ecco quindi alcuni accorgimenti per evitare sprechi inutili di ACS:

 

  • Imposta la temperatura dell’Acqua Calda Sanitaria prodotta dalla caldaia ad un massimo di 45-50 gradi. Oltre questa temperatura, sarai costretto a miscelare l’acqua calda con quella fredda per poterne usufruire, andando di fatto a contrastare l’azione svolta dalla caldaia. Inoltre, riscaldare l’acqua a 45° invece che a 60° consente alla caldaia di ridurre il consumo di gas di almeno il 30%

 

  • Evita di tenere aperta l’acqua calda oltre il necessario durante le faccende domestiche o durante una semplice doccia; oltre a fare bene all’ambiente risparmierai anche sulla bolletta dell’acqua!

 

  • Utilizza una rubinetteria con limitatori di temperatura, in questo modo diventa possibile impostare la temperatura desiderata dell’acqua senza sprechi

 

  • Infine mantieni la leva del rubinetto completamente su freddo quando non hai bisogno dell’acqua calda; potrà sembrarti banale ma non lo è assolutamente, mantenendo la levetta su freddo si evita di far partire inutilmente la caldaia!

 

Bollette Astronomiche? Vediamo come riportarle a Terra

Se adotti comunque buona parte di questi accorgimenti, ma le bollette del gas metano continuano ad essere astronomiche vuol dire che è arrivato il momento di intervenire per risparmiare seriamente. Abbiamo due strade, percorribili contemporaneamente, per abbassare il più possibile le bollette del gas metano:

 

  1. cambiare fornitore e tariffa: potrai risparmiare fino a 250€ l’anno (e ti bastano pochi minuti)
  2. cambiare la vecchia caldaia, installandone una a Condensazione a un prezzo molto contenuto grazie anche agli incentivi statali

 

Cambiare Fornitore e Tariffa: è Gratis e senza Interruzioni di Fornitura

Se si è ancora nel mercato tutelato, presto si sarà costretti al passaggio al mercato libero, scegliendosi un proprio fornitore. Se già si è passati al mercato libero, invece, si conosce la semplicità con cui si può cambiare fornitore e tariffa, senza costi aggiuntivi, senza interruzioni di fornitura e senza alcuna burocrazia.

Il cambio di fornitore può offrire risparmi davvero sostanziosi, a patto di scegliere la tariffa giusta e un fornitore affidabile, che invii le bollette basandosi sempre sui consumi reali e non su stime “troppo ottimistiche” nei primi mesi, che comporteranno pesanti conguagli.

Purtroppo gli operatori del mercato libero sono davvero molti e le tariffe ancora di più, per questo noi possiamo offrirti una consulenza gratuita e senza impegno per aiutarti a capire quanto stai spendendo e quanto potrai risparmiare cambiando operatore. Se hai già una buona tariffa, non ti suggeriremo mai il cambio, perché abbiamo a cuore il tuo risparmio.

Se non ci credi, chiamaci allo 06 90202514 o leggi le recensioni lasciate dai clienti che da anni si affidano a noi per risparmiare sulle loro bollette.

 

Confronta le Migliori Tariffe Gas Metano
Compara le Migliori Tariffe Luce ed Energia Elettrica

 

Quando è Ora di Cambiare la Vecchia Caldaia?

Se stiamo attenti agli sprechi, cambiamo tariffa trovando la più conveniente sul mercato ma poi abbiamo una vecchia caldaia tradizionale che consuma, e spreca, tanto gas, allora non potremo mai pensare di abbassare le bollette.

Un vero risparmio, con un taglio dei consumi di materia prima fino al -35%, si può avere solo installando una nuova caldaia ad alta efficienza in Classe A, dotata di tecnologia a condensazione, che tra l’altro ci consente di accedere alle detrazioni fiscali previste dall’ecobonus, abbattendo del 65% il costo di acquisto e installazione della nuova caldaia a gas, sia essa murale o a basamento.

Come funziona una caldaia a condensazione e perché fa risparmiare?

Molto semplicemente, possiamo dire che una caldaia a condensazione riesce a sfruttare il calore residuo (definito in gergo calore latente) presente nei fumi di scarico.

In pratica, quando c’è la combustione del gas per riscaldare l’acqua, viene prodotto anche del vapore acqueo, che viene disperso nell’aria attraverso i fumi di scarico. Questo vapore, insieme ai fumi, è acido e corrosivo, per questo nelle vecchie caldaie, onde evitare malfunzionamenti, veniva evacuato a temperature elevate, anche superiori ai 200°.

Differenze Caldaia a Condensazione VS Caldaia Tradizionale

Differenze Caldaia a Condensazione VS Caldaia Tradizionale

Grazie all’utilizzo di nuovi materiali costruttivi e ad alcuni accorgimenti tecnici, le moderne caldaie e condensazione riescono a gestire meglio questi fumi di scarico, abbassando la temperatura la loro temperatura fino a far condensare il vapore in essi presente, permettendo così di sfruttare il calore residuo per pre-riscaldare l’acqua in ingresso alla caldaia.

 

Prova il Nostro Simulatore Online Caldaia a Condensazione

Simulatore Caldaia a Condensazione: Scopri prezzi e Risparmio

 

Quale Caldaia a Condensazione scegliere e quanto costa?

In commercio esistono diverse tipologie e modelli di Caldaie a Condensazione ad alta efficienza.  La Caldaia va scelta in base ad alcuni parametri che dipendono dalla propria abitazione.

Ecco alcuni parametri importanti da considerare prima della scelta:

  • Mq dell’abitazione
  • grado di isolamento termico dell’abitazione e degli infissi
  • zona climatica in cui si risiede
  • membri presenti nel nucleo familiare
  • ambiente in cui verrà installata (interno o esterno)
  • tipologia di impianto radiante
  • necessità o meno di produrre ACS con la caldaia a metano

 

Questi fattori sono molto soggettivi, per cui senza una valutazione esatta di questi (ed altri) elementi diventa difficile proporre la migliore caldaia per le esigenze familiari. Un bravo tecnico, durante un sopralluogo, potrà fare un calcolo della potenza necessaria e definire il dispositivo migliore da installare in base alle altre esigenze.

 

Se vuoi parlare con un esperto per capire quali possano essere i costi per la sostituzione della tua caldaia a gas tradizionale, contattaci pure allo 06 90202514 o fatti richiamare, gratis e senza alcun impegno, lasciando i tuoi dati sulla nostra pagina di contatto.

 

Richiedi preventivo Installatore caldaia a condensazione