Aumenti Prezzi Gas: è Boom di Richieste di Sostituzione della Caldaia

Aumenti Prezzi Gas: è Boom di Richieste di Sostituzione della Caldaia

Gli italiani stanno scegliendo in massa di installare una caldaia a condensazione per abbattere i consumi di metano e ridurre le bollette del gas

Ormai è chiaro a tutti che i prezzi del gas metano (come quelli del petrolio e dell’energia elettrica) sono fuori controllo e, per quanto il governo possa intervenire per calmierare la situazione, la batosta ricadrà sui costi complessivi delle famiglie, attraverso le bollette del riscaldamento. Le prospettive, inoltre, non sono molto rosee e si prospettano ulteriori rincari a partire dal primo trimestre 2022.

 

Boom di richieste rispetto agli scorsi anni

Oltre a cercare di risparmiare sulle bollette cambiando fornitore, noi di Abbassalebollette.it, attraverso il nostro Centro Studi, abbiamo rilevato, nel solo mese di ottobre, un aumento di richieste per la sostituzione della vecchia caldaia pari a quasi il +60% rispetto allo stesso mese degli anni precedenti. Un vero e proprio boom di richieste, ancora più rilevante se si considera che tra il 2020 e il 2021 tantissime famiglie italiane hanno provveduto alla sostituzione della caldaia nell’ambito degli interventi per il Superbonus 110%.

 

Le Ragioni di questa Impennata di Richieste

Alla base di questo incremento di richieste di sostituzione della caldaia a gas in tutta Italia c’è sicuramente la consapevolezza, che una caldaia a condensazione moderna e di classe energetica almeno A+, consente davvero un abbattimento importante dei consumi di gas metano.

In media, infatti, la caldaia a condensazione riesce ad abbattere del 20% i consumi, arrivando a far risparmiare fino al 35% nei casi in cui ci siano impianti radianti di grandi dimensioni che lavorano a basse temperature di mandata.

L’incremento quindi del prezzo del gas, combinato con un aumento dell’incidenza percentuale in bolletta dei costi della materia prima (la riduzione degli oneri generali e dell’IVA, determina un incremento dell’incidenza del costo della materia prima) ha fatto aumentare ulteriormente la convenienza della caldaia a condensazione, che con i prezzi attuali del gas e gli incentivi fiscali in corso si ripagherebbe in meno di due anni.

 

Quanto costa una Buona Caldaia a Condensazione nel 2021?

Una delle domande più frequenti che riceviamo dai nostri lettori e proprio questa: quanto costa la caldaia a condensazione? Seguita da: quali sono le migliori caldaie a condensazione sul mercato?

caldaia murale a condensazione bosch condens 7000i wChiariamo subito che la qualità si paga, quindi le migliori marche di caldaie hanno prezzi più elevati, giustificati da una qualità costruttiva superiore, performance migliori e, soprattutto, migliori garanzie di durata nel tempo e di risparmio su eventuali danni e riparazioni. Inoltre non bisogna mai confondere il prezzo della caldaia con il costo di installazione della caldaia stessa. Molti preventivi, infatti, includono anche dispositivi accessori (come defangatore e dosatore di polifosfati), interventi per l’installazione dello scarico della condensa e attività di pulizia del circuito esistente. E’ fondamentale capire e distinguere le varie voci presenti nel preventivo per confrontare serenamente i prezzi offerti dalle varie ditte di installazione.

Fatte queste premesse, possiamo dire che il prezzo di una buona caldaia a condensazione dipende dai seguenti fattori:

  • potenza da installare: maggiore è la potenza, maggiore darà il costo
  • classe energetica: una caldaia a condensazione in classe A costa più di una caldaia in classe B (ma di contro, la caldaia a condensazione in classe B non consente l’accesso agli incentivi fiscali, che abbattono il prezzo fino al 65%)
  • luogo di installazione: caldaie da incasso, caldaie da interno e caldaie da esterno, avendo involucri differenti e materiali diversi, hanno sicuramente prezzi differenti
  • presenza di accumulo: la presenza di accumulo, come nel caso delle caldaie a basamento, richiede sicuramente un investimento maggiore rispetto ad una caldaia murale tradizionale, ma offre notevoli benefici a chi fa un uso intensivo dell’acqua calda sanitaria
  • integrazione con solare termico: la presenza di uno scambiatore ottimizzato per l’integrazione con i pannelli solari termici fa aumentare il prezzo della caldaia, ma consente notevoli risparmi in quanto ottimizza l’uso dell’acqua caldaia sanitaria prodotta dai pannelli
  • presenza di circuito a doppia condensazione: la presenza di un circuito a condensazione anche per l’acqua calda sanitaria può far aumentare molto il prezzo della caldaia, ma spesso una caldaia a condensazione è utile solo in ambienti professionali e aziendali, dove è richiesto un uso costante e continuativo di acqua calda

Provando un po’ a generalizzare, il prezzo di una caldaia a condensazione di qualità va da un minimo di € 700 (per dispositivi da interno da 24kW senza accessori) fino a superare i € 2.500 (per modelli da esterno fino a 35kW, dotati di modulo Wi-Fi e sistemi evoluti di termoregolazione), a cui vanno aggiunti i costi di installazione che variano in base al luogo in cui va installata la caldaia e all’eventuale necessità di effettuare opere murarie complesse.

 

Quali sono gli Incentivi per l’Installazione?

Per sostituire la vecchia caldaia a gas con una nuova a condensazione si può beneficiare di diversi incentivi fiscali, anche sotto forma di sconto diretto in fattura:

  • ecobonus 50%: se si sostituisce la vecchia caldaia con una nuova almeno in classe A, senza altri interventi
  • ecobonus 65%: se, oltre a sostituire la caldaia con una in classe A, si installano dispositivi evoluti di termoregolazione (valvole termostatiche, termostati smart con sensori ambientali e misurazione interna ed esterna della temperatura)
  • bonus ristrutturazioni 50%: se si sostituisce la caldaia nell’ambito di una ristrutturazione dell’immobile, senza alcun vincolo su classe energetica e/o presenza di dispositivi di termoregolazione evoluti

Si può sostituire la Caldaia con il Superbonus 110% (Gratis)?

Una delle domande più frequenti è proprio questa: si può cambiare la vecchia caldaia con il 110%, senza spendere nulla?

La risposta è: NI. Ovvero, è possibile cambiare la caldaia a gas con il Superbonus 110%, ma a patto che la sostituzione rientri nell’ambito di un intervento di riqualificazione energetica dell’intero immobile (e non solo della singola unità abitativa) che possa garantire un incremento di 2 classi nella certificazione energetica dell’immobile.

Diventa quindi chiaro che, se si vuole sostituire solo la caldaia con una nuova a condensazione, il Superbonus 110% è da scartare a priori. Se, invece, si vuole effettuare una riqualificazione dell’edificio, mantenendo l’impianto di riscaldamento a gas e installando una moderna caldaia a condensazione, allora si può avere la caldaia senza pagare nulla.

 

Come funziona la Caldaia a Condensazione e perché fa Risparmiare sui Consumi di Gas?

 

Devi cambiare la Caldaia? Chiedici un preventivo

Sostituzione vecchia caldaia ecobonus bonus caldaiaSe devi sostituire la vecchia caldaia a gas con una nuova a condensazione e vuoi capire quanto ti possa costare, contattaci subito. I nostri esperti valuteranno la fattibilità dell’intervento, concorderanno potenza, marca e modello che fanno al caso tuo e verrà elaborato un preventivo su misura da un installatore che opera nella tua zona. Il tutto gratis e senza alcun impegno. Se vuoi parlare direttamente con un esperto, chiamaci subito allo 06 90202514 o contattaci in live chat.

Richiedi Preventivo Installazione Configuratore Caldaia Condensazione

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?
Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)