Regione Lazio: Fino a 10mila euro per Sostituire le vecchie caldaie

Regione Lazio: Fino a 10mila euro per Sostituire le vecchie caldaie

 

Ottime notizie per i residenti del Lazio che vogliono cambiare la loro vecchia caldaia a biomassa legnosa: con gli incentivi regionali è possibile recuperare il 60% delle spese sostenute per la sostituzione dei vecchi apparecchi con tecnologie di nuova generazione.

Scopriamo i dettagli del bando regionale, per capire chi può usufruire dell’agevolazione.

Gli interventi ammessi all’incentivo della Regione Lazio

L’incentivo introdotto dalla Regione Lazio si propone di migliorare la qualità dell’aria, riducendo le immissioni dannose di materiale particolato nell’atmosfera.
Per questo motivo, il bando si rivolge ai possessori di vecchi generatori di calore a biomassa legnosa: per intenderci, si tratta di quelle caldaie, stufe o termocamini con alimentazione a pellets, cippato di legno, oppure con ciocchi o bricchette di legno pressato.
L’iniziativa mira ad incentivare l’installazione di generatori di calore di nuova generazione, alimentati con biomasse legnose a basse emissioni ed alto rendimento oppure alimentati con gas metano o GPL, eventualmente integrati con un collettore solare termico.
Un ulteriore intervento incentivato è quello consistente nell’installazione di elettrofiltri, mirata a ridurre le emissioni di particolato sottile.

Chi può richiedere l’incentivo

Possono accedere all’agevolazione tutti i soggetti che abbiano la disponibilità di un bene immobile. Con questa espressione si intende sia chi è proprietario di un’unità immobiliare, sia chi lo detenga a titolo di locazione o comodato. Il requisito fondamentale è che il titolo in base al quale si detiene l’immobile sia registrato presso l’Agenzia delle Entrate. A tal fine, è sufficiente anche un contratto preliminare.
Va evidenziato che se il richiedente ha a disposizione più immobili, ha la possibilità di richiedere più interventi, ciascuno riferito a una singola unità immobiliare.
Ovviamente, con riferimento ad un singolo immobile, può presentare la domanda solo uno tra il proprietario e il locatore.
L’immobile oggetto dell’intervento deve trovarsi nel territorio della regione Lazio.

I requisiti dei nuovi impianti

Per poter usufruire dell’agevolazione, i nuovi impianti devono rispettare alcune caratteristiche tecniche ben precise.
In particolare, le caldaie e gli altri apparecchi con alimentazione a biomasse legnose con basse emissioni devono essere conformi alle prescrizioni in materia di certificazioni e devono garantire un rendimento utile nominale non inferiore all’85%.
I generatori di calore e le caldaie a condensazione alimentati a gas metano o GPL, invece, devono possedere una potenza termica nominale inferiore a 35 kW.

Simulatore Online Caldaia a Condensazione

Simulatore Caldaia a Condensazione: Scopri prezzi e Risparmio

Le spese rimborsabili

L’incentivo consiste nel rimborso del 60% delle spese sostenute. Per la sostituzione della caldaia, con eventuale installazione di pannelli o collettori solari, il costo dell’intervento non deve superare il limite di 10.000 euro, mentre per l’installazione degli elettrofiltri il limite del costo dell’intervento è pari a 2.000 euro.
Le spese rimborsabili sono quelle che riguardano la fornitura e posa in opera della nuova caldaia o dell’elettrofiltro, l’esecuzione di opere murarie e idrauliche, la rottamazione del vecchio apparecchio e l’installazione di pannelli solari termici o collettori integrati nel nuovo impianto. Sono inoltre incentivate anche le spese relative alle prestazioni professionali necessarie per l’intervento.
Tutte le spese vanno considerate al lordo dell’Iva. Le relative fatture devono essere necessariamente successive alla data di presentazione della domanda.

Come richiedere l’incentivo

Per richiedere l’incentivo è necessario compilare la domanda attraverso il portale GeCoWEB della Regione Lazio. Successivamente è necessario inviare una PEC all’indirizzo indicato dal sistema, contenente la domanda e gli allegati (preventivi, foto, relazioni, etc.) oggetto “Riduzione delle emissioni inquinanti delle caldaie a biomassa legnosa – Domanda n. ….”, inserendo il numero di protocollo attribuito dal sistema GeCoWEB.
Le domande possono essere inoltrate a partire dalle ore 12:00 del 17 ottobre 2017, e verranno accettate sino a disponibilità delle risorse stanziate, che in questo caso ammontano a quasi 5 milioni di euro.

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?
Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)