Come Unire i Pregi del Solare Termico e Della Pompa di Calore

Impianto Solare Termodinamico

Funzionamento di un Impianto Solare Termodinamico

Sul tetto, ma anche sul balcone, in terrazza o nel giardino, il solare termodinamico sta prendendo sempre più piede in Italia. La sua adattabilità ad ogni superficie lo rende una soluzione efficiente e sicura per la produzione di acqua calda sanitaria nelle abitazioni.

Il peso medio di un pannello solare termodinamico è di circa 8 Kg e grazie a questo non sono necessarie opere di sostegno per essere installato.

I pannelli solari termodinamici si integrano perfettamente all’impianto di riscaldamento primario, andando a ridurre i costi fino al 70%. Il consiglio però è quello di abbinarlo a sistemi di riscaldamento a pannelli radianti, a pavimento o a soffitto per avere il maggiore rendimento possibile.

 

L’impianto solare termodinamico in breve

E’ l’evoluzione dei tradizionali pannelli solari termici, ma con un enorme vantaggio:
il solare termodinamico riesce a riscaldare l’acqua in qualsiasi condizione, anche quando piove e addirittura durante la notte.

Nell’uso domestico si parla di termodinamico a basse temperature, mentre esiste il solare termodinamico ad alte temperature, ma viene usato solo a scopi industriali, come ad esempio per preriscaldare i liquidi delle centrali termoelettriche.

 

Il principio di funzionamento del solare termodinamico

Il sistema sfrutta le leggi della termodinamica, da cui prende appunto il nome. Grazie al cambio di stato del liquido termovettore frigorigeno posto nei pannelli, da liquido a gassoso e viceversa, l’impianto riesce a prelevare calore dall’esterno e trasferirlo all’acqua sanitaria o all’impianto di riscaldamento.
Il concetto di funzionamento è quello delle tradizionali pompe di calore, che permettono di raccogliere calore anche senza i raggi solari.

Il compressore alimentato elettricamente aspira il gas riscaldato dai pannelli e lo comprime. Il gas così compresso aumenta di pressione e di temperatura. A questo punto viene fatto circolare in una serpentina posta in un condensatore. Ceduto gran parte del calore raccolto all’acqua sanitaria, il gas torna liquido e fuoriesce dalla valvola di sfogo, pronto per iniziare un nuovo ciclo.

Il funzionamento di questo sistema si basa esclusivamente sulla temperatura del fluido che circola all’interno dei pannelli. Esso infatti ha una temperatura di circa -10°C.

Prima di spiegare come riesce a riscaldare l’acqua, va detto che questo sistema perde di efficienza quando la temperatura esterna scende sotto lo zero. Per questa ragione non può essere la fonte primaria di riscaldamento, ma rimane un ottimo sistema integrativo, che permette grandi risparmi se visto nell’ottica di 365 giorni l’anno di lavoro.

 

Come riesce a riscaldare l’acqua il solare termodinamico?

Per rispondere a questa domanda si devono distinguere tutte le condizioni possibili:

  • La notte: nelle ore notturne, se la temperatura esterna non scende sotto lo zero, il sistema riesce a lavorare grazie alla temperatura del fluido pari a -10°C, in grado quindi di prelevare calore dall’aria meno fredda
  • Il vento: anche se freddo, il vento quando viene a contatto con i pannelli genera del calore grazie all’energia cinetica
  • La pioggia: il vapore acqueo in cielo contiene una grande quantità di calore, e la pioggia non scende mai sotto lo zero termico, quindi è una fonte di calore per il liquido all’interno dei pannelli
  • Il sole: i raggi solari sono una fonte di calore diretta per irraggiamento, e forniscono ovviamente una quantità di calore enormemente maggiore, ma non sono fondamentali per il riscaldamento. Cosa ben diversa invece per i pannelli solari termici tradizionali

 

Il solare termico come unica forma di riscaldamento è possibile?

Per alcuni impianti è possibile, anche se in alcune condizioni estreme il rendimento scende inesorabilmente. Alcuni impianti riescono infatti a riscaldare dissipando calore tramite resistenze elettriche e quindi disattivando temporaneamente la pompa di calore. Questo sistema interviene quando la temperatura esterna notturna scende sotto lo zero termico. Va ricordato che in quei determinati periodi, il sistema sarà meno conveniente dei sistemi di riscaldamento tradizionali, ma se si tratta di brevi periodi, un installatore qualificato saprà certamente calcolare spese e risparmio.

 

Principali differenze e vantaggi rispetto a un impianto solare termico tradizionale

Il solare termodinamico garantisce un notevole passo avanti, se paragonato ai vecchi sistemi tradizionali:

  • Nessun pericolo di danni dovuti a stagnazione dei liquidi all’interno dei pannelli
  • Nessun danno da sovrariscaldamento dei tubi in estate, con scarso utilizzo d’acqua calda
  • Nessun bisogno di sistemi di anticongelamento
  • Il peso complessivo dei pannelli è nettamente inferiore
  • Manutenzione ridotta all’osso, in quanto non ci sono masse d’aria in movimento. Va controllato solamente lo stato di carica del gas.

 

Tempi di installazione del solare termodinamico

Grazie alla leggerezza dei pannelli, un semplice sistema per acqua calda sanitaria può essere installato in una giornata di lavoro o meno, a seconda dei casi. Per una maggiore precisione si deve fare riferimento al preventivo dell’installatore.

Ricordiamo che anche in questo caso il fai-da-te è veramente sconsigliato. Per installare l’impianto sono necessarie nozioni idrauliche, ma non sono sufficienti in quanto la legislazione e la burocrazia italiana non permette che tali lavori vengano eseguiti da personale non qualificato. Esistono inoltre pericoli dovuti ai lavori in quota.

 

Prezzi del solare termodinamico e agevolazioni fiscali

Le agevolazioni per il solare termodinamico solo le stesse che possono essere fruite dalle altre forme di energia rinnovabile e impianti di riscaldamento efficienti per la casa.

Esiste la possibilità di detrarre il 65% in 10 anni, ma potrebbero esserci dei casi particolari di incentivi supplementari forniti dalle regioni, oppure sconti sulle tasse comunali. In entrambi i casi, un installatore professionista saprà indicare tutte le agevolazioni di cui potrete disporre nella vostra città.

Il costo di un impianto solare termodinamico è influenzato da diversi fattori, come il numero di persone in famiglia e dall’integrazione o meno a impianti di riscaldamento tradizionali. Il consiglio è quindi quello di richiedere un preventivo totalmente gratuito, e senza alcun vincolo, ad un nostro installatore qualificato compilando il relativo form.

Per pura informazione possiamo stimare che un impianto per una famiglia media, con potenza pari a 3 Kwp, può costare da 3.000 € a 10.000 € di soli materiali, a seconda della tipologia di impianto che si vuole realizzare. A tale costo vanno aggiunti circa 1.500-2.000 € di installazione e infine l’IVA.

L’investimento iniziale viene recuperato mediamente in 5-10 anni, a seconda dell’impianto installato e la durata complessiva di un impianto solare termodinamico è di circa 25/30 anni.

 

 

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)

Salva