Ecobonus e detrazioni fiscali confermati fino al 31 dicembre 2016

Ecobonus 2016 e detrazioni fiscali per l'efficienza energetica degli immobiliFinalmente una buona notizia per le numerose famiglie italiane che vogliono risparmiare sulle bollette e che desiderano potenziare l’efficienza energetica dell’immobile in cui vivono.

L’ecobonus è stato rinnovato anche per il 2016! Ecco un breve vademecum per capire in cosa consiste l’ecobonus, a quali condizioni si può accedere a questo importante beneficio fiscale e quali vantaggi concreti arriveranno in bolletta dalla riqualificazione energetica degli immobili.

La Legge di Stabilità che dovrebbe vedere la luce intorno alla metà del mese di ottobre confermerà anche per l’anno 2016 il bonus fiscale sull’efficienza energetica: tutti i contribuenti (siano essi persone fisiche o persone giuridiche) potranno beneficiare di una detrazione fiscale dall’Irpef o dall’Ires pari al 65% delle spese sostenute qualora nel corso dell’anno siano stati effettuati degli interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica di immobili già esistenti.

A titolo di esempio, tali interventi potranno riguardare le energie rinnovabili con l’installazione di pannelli solari oppure la sostituzione delle vecchie e dispendiose caldaie con le più efficienti caldaie a condensazione. Gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici che beneficiano delle agevolazioni fiscali possono essere effettuati nelle singole abitazioni e nelle parti comuni dei condomini.

 

Le agevolazioni fiscali per gli interventi di eco-efficienza: tutto quello che bisogna sapere

Sono numerosi gli interventi che è possibile effettuare nelle abitazioni e che consentiranno di fruire dell’ecobonus.

La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con caldaie ad alta efficienza energetica rappresenta uno degli interventi più richiesti dalle famiglie.

Negli ultimi anni è cresciuto molto anche l’interesse nei confronti delle energie rinnovabili: si spiega proprio in questa prospettiva l’installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili come i generatori a biomassa e gli impianti geotermici.

Si può richiedere la detrazione del 65% anche nel caso del posizionamento di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e nel caso di interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore.

Una volta effettuati i lavori, per ottenere le agevolazioni fiscali il contribuente deve semplicemente accedere al portale di Enea (l’ente nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ed inviare per via telematica la documentazione richiesta e la dichiarazione di detrazione.

 

I vantaggi per il contribuente e i benefici per l’ambiente

Il vantaggio per il contribuente è duplice: potrà recuperare buona parte della spesa sostenuta attraverso la detrazione fiscale e, grazie agli interventi di riqualificazione energetica, vedrà abbassarsi l’ammontare del costo della bolletta.

Anche l’Enea conferma che, grazie all’ecobonus, i risultati positivi riguardano sia il risparmio energetico sia la riduzione delle emissioni di CO2. Si stima che nel 2014 siano stati risparmiati 11.300 GWh di energia e sia stato scongiurato il rilascio nell’aria di quasi 2,5 milioni di tonnellate di CO2.

Questi dati, particolarmente significativi, evidenziano l’importanza degli interventi volti ad aumentare il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti: si tratta di un investimento a lungo termine che giova al portafoglio (e quindi al bilancio familiare) e che contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente e della salute.

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)