L’Impianto Fotovoltaico è un Investimento Conveniente anche nelle Regioni del Nord

Fotovoltaico nel Nord Italia ConvieneIl fotovoltaico, oltre ad essere una fonte di energia rinnovabile e ecologica, deve essere anche un investimento per le famiglie italiane che decidono di installarlo nelle loro abitazioni.

Il fotovoltaico nel Nord Italia è una realtà presente e in espansione; basta guardare lungo le principali strade per vedere grandi impianti fotovoltaici installati ad ogni angolo, sulle case o nei campi.

Se Conviene nel Nord Europa, Conviene Di Più nel Nord Italia

Il rendimento dei pannelli solari varia a seconda della latitudine, questo è senza dubbio vero, ma se un impianto fotovoltaico non garantisse un margine di convenienza nelle regioni del Nord Italia, sarebbe completamente sconveniente in tutti gli stati europei a Nord, quali ad esempio Germania e Gran Bretagna. Quest’ultima invece è tra le nazioni con il maggior numero di installazioni di impianti fotovoltaici negli ultimi anni. Questa considerazione dovrebbe già da sola togliere qualunque dubbio sulla convenienza del fotovoltaico nel Nord Italia, ma lo scopo di questo articolo è quello di dimostrare anche quanto è conveniente, andando a fare alcuni calcoli per quanto concerne il fotovoltaico in Piemonte, Lombardia e Veneto.

 

Impianto fotovoltaico in Piemonte, Alessandria:

Secondo una stima sul rendimento in kW/h al metro quadro, il fotovoltaico in Piemonte garantisce una resa leggermente migliore rispetto alle altre regioni del Nord Italia. In particolar modo il rendimento sulle Alpi è quasi paragonabile alle regioni meridionali.

Prendendo a campione una famiglia media con un consumo di energia elettrica relativamente basso, pari a circa 70 € a bimestre, con un consumo pari a circa il 70% dell’energia elettrica nelle ore notturne, e solo il 30% durante il giorno, si possono fare delle stime sui tempi di ammortamento e sui vantaggi del fotovoltaico in Piemonte. L’impianto fotovoltaico in questione è da 3 kWp (ovvero kilowatt picco, la potenza massima teorica ricavabile), montato su un tetto orientato verso Sud, con un inclinazione di 30 gradi.

Con un fabbisogno stimato di 2.000 kWh annui, si ottiene un consumo medio annuo pari a 420 €. La produzione di energia elettrica di questo impianto, permette di ammortizzare l’investimento in meno di 9 anni.

Nei primi 10 anni, si ottiene una media di risparmio annuo pari a 700 €, che scende causa deterioramento progressivo delle celle a 370 € l’anno per i successivi 15 anni.

Il ricavo netto in 25 anni sarà quindi di circa 12.500 €, che detratto l’investimento iniziale, porta ad un guadagno netto di circa 6.000 €.

Riassumendo quindi, senza un impianto fotovoltaico questa famiglia avrebbe speso in 25 anni circa 10.500 €. Con un impianto fotovoltaico, oltre a risparmiare tale cifra, avrebbe avuto un ricavo netto di 6.000 €, per un totale tra risparmio e ricavo pari a 16.500 €.

Tutto questo va ricordato, calcolando una bolletta bimestrale di 70 €, mentre se la bolletta fosse stata di 100 €, il totale tra risparmio e ricavo in 25 anni sarebbe salito a ben 21.500 €.
Fotovoltaico Nord Italia

Impianto fotovoltaico in Lombardia, Milano:

Il fotovoltaico in Lombardia è molto utilizzato, infatti risulta essere la regione con più impianti installati, con all’attivo oltre 600 Mega Watt prodotti negli ultimi anni, nonostante sia tra le regioni con il rendimento più basso.

Una simulazione di rendimento effettuata sulla città di Milano, prendendo in considerazione una famiglia con un consumo bimestrale elevato, pari a 150 €, magari dovuto all’utilizzo di lavastoviglie, cucina a induzione e impianto di climatizzazione. Il consumo medio di energia per questa famiglia è omogeneo durante il giorno e la notte. In questo caso, l’impianto fotovoltaico istallato è pari a 4.5 kWp.

Il consumo medio annuo di questa famiglia è di circa 900 € all’anno, con un consumo pari a 4.300 kWh. L’impianto installato ha invece una resa annua pari a 4.800 kWh.

L’ammortamento delle spese di installazione di questo impianto da 4.5 kWp avviene in soli 7 anni.

Durante i primi 10 anni il risparmio annuo si avvicina ai 1.200 €, che scende a 700 €nei successivi 15 anni di vita dell’impianto fotovoltaico. Il ricavo complessivo in 25 anni si avvicina a 22.500 €, che detratte le spesi di installazione, si trasforma in un utile netto di circa 12.500 €.

Senza questo impianto, le spese di energia elettrica in 25 anni sarebbero state pari a 22.500 €, che sommate al ricavo netto di 12.500 €, portano ad un totale tra ricavo e risparmio pari a ben 35.000 €.

 

Impianto fotovoltaico in Veneto, Treviso:

Come ultimo esempio, verrà presa in esame una famiglia media veneta residente a Treviso, la quale ha una bolletta bimestrale media di 100 €. Il consumo medio annuo di questa famiglia è di 600 €, con un fabbisogno stimato di 2.800 kW, di cui il 60% durante le ore notturne. Con una produzione annua di 3.300 kWh, l’impianto fotovoltaico verrà ammortizzato in 7 anni e mezzo.

Nei primi 10 anni il risparmio annuo medio è pari a 750 €, che scende a 430 € nei successivi 15. In 25 anni questa famiglia avrebbe speso 25.000 € in bollette della luce, senza un impianto fotovoltaico. Installando questo impianto invece avrebbe ricavato 14.000 €, che detratte le spese di installazione si tramutano in un ricavo netto di circa 7.000 €. Il totale netto tra ricavo e risparmio è quindi pari a 22.500 €.

 

Riassumendo: Perché Oggi Conviene Davvero Un Impianto Fotovoltaico Domestico nel Nord

Rispetto a soli 10 anni fa’, un impianto fotovoltaico costa fino all’80% in meno, ha una resa maggiore e una durata nel tempo che può arrivare fino a 35 anni. Inoltre le nuove tecnologie permettono di integrare sistemi quali l’accumulo di energia e il riscaldamento tramite pompe di calore.

 

Gli inverter con accumulatori al litio integrati, permettono di utilizzare l’energia prodotta durante la giornata quando più serve, e cioè nelle ore notturne. Il fotovoltaico con accumulo è installabile anche in un secondo tempo, aggiungendo un sistema con pacchi di batterie agli impianti già esistenti. Ovviamente il sistema con gli inverter è sicuramente più pratico e compatto, ma l’efficienza non cambia.

Abbinare ad un impianto fotovoltaico anche una pompa di calore, permette di risparmiare anche sul riscaldamento. Infatti la pompa di calore utilizza l’energia elettrica per raccogliere il calore dalle fonti esterne quali l’aria, l’acqua e la terra.

Simulatore Impianto Fotovoltaico Richiedi Preventivo Online

 

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)