Detrazioni Fiscali Fotovoltaico 2017: Tutti Gli Incentivi

Detrazioni Fotovoltaico 2017: Tutti Gli Incentivi

La legge di stabilità 2017 ha prorogato la validità delle detrazioni fiscali previste in favore di chi procede ad interventi di ristrutturazione edilizia e per chi installa un impianto fotovoltaico sul proprio immobile. Scopriamo in cosa consiste questa agevolazione e quali altri incentivi sono previsti a favore di chi punta sulle energie rinnovabili.

Detrazioni per fotovoltaico: le novità 2017

Le detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione edilizia sono previste dalla legge n. 90 del 2013, il cui testo è stato recentemente modificato dalla nuova Legge di Stabilità per il 2017. In particolare, la validità della disciplina relativa alle detrazioni, precedentemente prevista per la fine del 2016, è stata prorogata a tutto il 2017.

Questo significa che chi ha intenzione di installare un impianto fotovoltaico sulla propria abitazione potrà usufruire di questo favorevole regime di detrazioni fiscali, ma dovrà provvedere a tale installazione nell’anno in corso. Il nuovo limite temporale della disciplina relativa alle detrazioni, infatti, è fissato al 31 dicembre 2017.

E’ la stessa normativa di settore a ricomprendere, tra gli interventi che beneficiano delle detrazioni in oggetto, le installazioni di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, in considerazione della loro finalità di risparmio energetico e della loro tecnologia basata sull’impiego di fonti rinnovabili come quella solare.

Va evidenziato che, per usufruire del regime delle detrazioni, l’impianto fotovoltaico deve essere destinato esclusivamente a soddisfare il fabbisogno energetico domestico, cioè, ad esempio, ad alimentare gli elettrodomestici e ad illuminare gli ambienti dell’abitazione.

Come usufruire delle detrazioni fiscali 2017 del 50%

Per usufruire della detrazione Irpef per fotovoltaico occorre, in sede di dichiarazione dei redditi, indicare i dati catastali dell’immobile presso il quale si installa l’impianto.

Ovviamente, è quanto mai opportuno conservare tutta la documentazione relativa alle spese sostenute, poiché l’Amministrazione Pubblica potrebbe domandarne, successivamente, l’esibizione. In particolare, si raccomanda di conservare le ricevute dei bonifici pagati e l’eventuale documentazione attestante la data di inizio dei lavori.

La detrazione è prevista nella misura del 50% delle spese effettuate fino al 31 dicembre 2017 e per una spesa dell’importo massimo di 96.000 EUR. E’ relativa agli interventi realizzati sull’edilizia residenziale presente sul territorio dello Stato.

Va ricordato che, qualora l’intervento di realizzazione dell’impianto fotovoltaico rappresentasse la prosecuzione di lavori già cominciati in anni precedenti, l’importo delle spese detraibili relativo al 2017 va sommato a quelle già sostenute, al fine del calcolo relativo al limite massimo di 96.000 EUR.

Inoltre, è opportuno evidenziare che se l’Irpef dichiarata dal soggetto interessato risulti inferiore alla detrazione cui questi avrebbe diritto, non matura in suo favore alcun credito d’imposta. Ad esempio, se l’Irpef ammonta a 1.000 EUR e la detrazione risulta pari a 1.200 EUR, la quota in eccesso pari a 200 EUR non viene recuperata dal contribuente.

Ricordiamo che le detrazioni sono delle sostanziali sottrazioni all’importo totale imponibile che viene dichiarato. Su tale totale, vengono poi applicate le aliquote, cioè le percentuali delle imposte applicabili.

 

La ripartizione della detrazione

La detrazione relativa alle spese sostenute per l’installazione dell’impianto fotovoltaico va ripartita in dieci quote annuali di uguale importo.

Ciò significa che si usufruirà di tale detrazione in sede di dichiarazione, nell’anno in cui la spesa viene sostenuta la spesa e in quelli successivi. In pratica, il contribuente, possessore di un impianto fotovoltaico, potrà eseguire ogni anno, per dieci anni, una detrazione di importo pari ad un decimo della detrazione complessiva consentita, che, lo ribadiamo, è pari al 50% delle spese sostenuto per l’intervento.

I requisiti per usufruire della detrazione fiscale

Possono usufruire delle detrazioni 2017 i proprietari degli immobili oggetto di intervento ed i titolari di diritti reali o personali di godimento sugli stessi immobili: quindi i proprietari, i nudi proprietari, i titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), i locatari ed i comodatari.

Le spese che rientrano nell’agevolazione

Quando si procede all’installazione di un impianto fotovoltaico, le spese a cui occorre far fronte possono essere di varia natura.

Innanzitutto, come ovvio, bisogna considerare il prezzo dei pannelli e di ogni altro elemento che andrà a far parte dell’impianto, come l’inverter, le batterie d’accumulo o gli ottimizzatori.

Il costo della manodopera è una delle componenti principali della spesa complessiva, poiché, com’è evidente, l’installazione di un impianto fotovoltaico richiede l’intervento di tecnici ed operatori qualificati.

Infine, potrebbe rendersi necessario l’intervento di un professionista come un ingegnere o un architetto, per ottenere le necessarie autorizzazioni (ad esempio paesaggistiche) presso i competenti enti pubblici.

Tutte queste voci concorrono a formare la spesa complessiva sulla quale viene applicata l’agevolazione prevista dalla manovra. Pertanto, la detrazione del 50% delle spese sostenute per l’installazione di un impianto fotovoltaico farà riferimento alla somma delle spese per i materiali, la manodopera e l’opera del professionista abilitato.

Detrazioni 2017 per batterie d’accumulo

E’ opportuno specificare che l’agevolazione della detrazione del 50% delle spese sostenute è applicabile anche all’acquisto e alla relativa installazione di sistemi di accumulo da integrare su impianti fotovoltaici già esistenti.

Si tratta di una novità normativa, che consegue ad una precisa presa di posizione dell’Autorità di settore.

Infatti, in un primo momento, l’applicabilità della misura all’installazione di batterie di accumulo su impianti esistenti era stata esclusa, e quindi l’intera spesa rimaneva a carico del proprietario.

A seguito di numerose richieste e sollecitazioni da parte dei consumatori e dei soggetti privati in genere, l’Autorità ha esaminato approfonditamente la questione, fino ad adottare un’apposita delibera.

Pertanto, fugato ogni dubbio in merito, si può dire che oggi anche in relazione all’acquisto dei sistemi di accumulo di energia e alla loro installazione su impianti fotovoltaici esistenti è prevista la detrazione del 50% delle spese sostenute.

 

Gli altri incentivi

Va detto che il sistema delle detrazioni fiscali per interventi non è l’unica forma di incentivo destinata a chi installa sul proprio immobile un impianto fotovoltaico.

Se è vero, infatti, che non è più possibile aderire al cosiddetto Conto Energia, che ha cessato di esistere nel 2013, è tuttora possibile usufruire dell’IVA agevolata.

Per l’acquisto di impianti fotovoltaici, infatti, qualunque soggetto privato paga un’imposta IVA agevolata al 10%.
Da ultimo, va ricordato che le agevolazioni e gli incentivi non rappresentano l’unico vantaggio e l’unico modo per risparmiare. Ad esempio, è possibile scegliere la modalità di scambio sul posto aderendo all’apposita formula proposta dal GSE, oppure, più in concreto, creare dei sistemi integrati di efficientamento energetico per sfruttare al meglio tutti i diversi tipi di fonti rinnovabili.

Ad esempio, la presenza di una pompa di calore nell’immobile è una scelta conveniente per il riscaldamento degli ambienti e per la fornitura di acqua calda sanitaria all’abitazione, consentendo un notevole risparmio sul gas. Poiché, però, la pompa esige un gran dispendio di energia elettrica, l’installazione di un impianto fotovoltaico, consentirà di rendere efficiente la complessiva fornitura di energia, sfruttando un sistema integrato di fonti rinnovabili per spendere pochissimo sia in energia elettrica che in riscaldamento.

 

Grazie alle nuove detrazioni fiscali e alle altre misure messe a disposizione dalle leggi in materia, il fotovoltaico si conferma come una scelta vincente sotto il profilo economico ed ambientale.

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?
Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)