In sicilia il primo impianto solare termodinamico STEM

Il primo impianto solare termodinamico del mondo è firmato A2A e Gruppo Magaldi

Il 30 giugno scorso è stato inaugurato all’interno del Polo Energetico Integrato di A2A a San Filippo del Mela, in Sicilia, il primo impianto solare termodinamico del mondo.

Questo avanguardistico impianto solare, avviato in provincia di Messina a giugno 2016, nasce dalla collaborazione sinergica fra A2A, multiutility italiana leader nei settori dell’energia sostenibile e dell’ambiente, e il Gruppo Magaldi; in particolar modo ad essere coinvolta nel progetto è la Magaldi Sun, il cui obbiettivo è produrre soluzioni tecnologicamente avanzate nel settore dell’energia solare, utili soprattutto agli impianti industriali che hanno necessità di movimentare materiali ad alte temperature.

Come conferma l’amministratore delegato di A2A Valerio Camerano l’impianto solaretermodinamico è parte di una strategia aziendale che ha previsto molteplici investimenti da destinare allo sviluppo di energia ecosostenibile, capace di rispondere ai più variegati bisogni di settore.

Il Polo Energetico Integrato: il centro dell’energia del futuro

Testimonianza degli altissimi livelli di innovazione tecnologica ed ecosostenibile è certamente il Polo Energetico Integrato, che fa capo ad A2A, il quale è stato pensato per trasformarsi in un’area capace di produrre energia alternativa ed ultramoderna; il presidente di A2A Giovanni Vallotti ha dichiarato che il Polo rappresenta una possibilità tangibile per la per la Sicilia perché coniuga la sostenibilità ambientale, con ricadute positive sulla qualità dell’aria, quella sociale, con effetti significati sui livelli occupazionali soprattutto in fase di cantiere, e quella economica, visto che muove importanti finanziamenti per la sua realizzazione e gestione”.

Presso il P.E.I. di San Filippo Mela, il sistema STEM® non è il solo utilizzato: sono presenti anche un impianto fotovoltaico, un impianto per il biometano a gestione anaerobica, ed uno di energia da Combustibile Solido Secondario; per quest’ultimo è in corso l’ottenimento delle autorizzazioni necessarie da parte delle autorità competenti.

L’impianto solare termodinamico STEM®: come funziona

La tecnologia utilizzata nell’impianto termodinamico di San Filippo del Mela si chiama STEM® ed è stata brevettata dal Gruppo Magaldi. L’impianto funziona mediante l’utilizzo della sabbia, la quale è stata selezionata per divenire strumento di accumulo dell’energia termica assorbita dal sole. La sabbia riesce, grazie a questa tecnologia, ad immagazzinare energia termica secondo un sistema a letti fluidi: esso garantisce non solo l’accumulo di energia, ma il funzionamento perpetuo dell’intero impianto anche in assenza di irraggiamento diretto, a cielo nuvoloso o di notte.

Il Cavaliere Mario Magaldi commentando la tecnologia STEM® ha sottolineato che essa rappresenta la testimonianza tangibile dell’impegno del suo gruppo nei confronti delle innovazioni ecosostenibili, impegno che si è potuto materializzare grazie ai contributi non solo dei tecnici, ma anche dell’Ingegnere Gennaro De Michele, del CNR e dell’Università di Napoli Federico II.

La prima trave dell’impianto solare termodinamico STEM®, oggi attivo a tutti gli effetti, è stata posata nel 2015. Tutti i materiali utilizzati sono ecocompatibili, infatti, si ritrovano il vetro, utilizzato per gli specchi, e la sabbia. La struttura portante è in acciaio. A differenza di altre tecnologie, l’impianto solaretermodinamico messinese non prevede il ricorso a sali fusi o oli diametrici. Nel complesso STEM® ha una capacità di 2 MW termici di energia e sfrutta 786 eliostati distribuiti su una superficie di 2,5 ettari: esso produce giornalmente 20,5 tonnellate di vapore.

 

Scopri le Tecnologie Solari per la Casa