La Comunicazione va Fatta entro il 31 Gennaio

Decreto Agevolazioni Riqualificazione EnergeticaROMA – Il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 13 gennaio 2016, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22 gennaio 2016, decreta che, per quanto riguarda le agevolazioni relative alla riqualificazione energetica degli edifici e le agevolazioni sulle ristrutturazioni, per avere accesso ai benefici fiscali è necessario comunicare per via telematica tutte le spese sostenute entro il 31 gennaio 2016, e in generale entro il 31 gennaio di ogni anno.

Tale termine così ravvicinato è necessario all’Agenzia delle Entrate per avere il tempo di elaborare tutti i dati e includerli nella nuova dichiarazione dei redditi Precompilata, disponibile ai contribuenti già dallo scorso anno.

La procedura, e i tempi ristretti, sono quindi mirati a facilitare le procedure di pagamento del giusto ammontare delle imposte, detraendo per tempo gli importi previsti dai decreti sulle agevolazioni fiscali.

 

Citando l’art. 3 del decreto:

Con riferimento ai bonifici relativi a spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici, i cui dati sono già trasmessi da banche e Poste Italiane S.p.A., per le finalità di controllo di cui all’art. 3 del decreto ministeriale del 18 febbraio 1998, n. 41, così come modificato dal decreto ministeriale del 9 maggio 2002, n. 153, le comunicazioni contenenti l’ammontare delle spese sostenute nell’anno d’imposta precedente e i dati identificativi del mittente, dei beneficiari della detrazione e dei destinatari dei pagamenti, sono trasmesse all’Agenzia delle entrate in via telematica, anche ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi da parte dell’Agenzia delle entrate, entro il 31 gennaio di ciascun anno, a partire dai dati relativi al 2015.

 

Le Modalità di Comunicazione dei Dati

E’ un’apposita circolare dell’Agenzia delle Entrate a definire le modalità di comunicazione telematica.

Nella sezione Agevolazioni > Riqualificazioni Energetiche del portale dell’agenzia è presente il modello da compilare, con i riferimenti ai software da utilizzare per l’invio telematico.

Ovviamente, per tutti coloro che non hanno familiarità con il mezzo tecnologico, è possibile rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale per tempo, in modo da non perdere i vantaggi dell’agevolazione.