Estate Caldissima per le Bollette degli Italiani

Oltre al Canone, Aumenti su Luce (4,3%) e Gas (2%)

Aumenti delle Bollette di Luce e GasL’ultimo anno ha registrato un continuo ribasso dei prezzi delle tariffe di luce e gas, ma per il prossimo trimestre l’Autorità per l’energia elettrica e il gas metano ha previsto una tendenza al rialzo delle materie prime e quindi si prospettano per la famiglia media italiana, degli aumenti del 4.3% per la luce e del 2% per il gas metano.

L’Authority e l’Antitrust hanno aperto delle indagini per verificare che non vi siano dei comportamenti anomali da parte delle compagnie fornitrici di gas e luce.

I risparmi raggiunti nell’ultimo anno vengono quindi ridotti a circa 70 Euro, calcolando come nostra abitudine una famiglia tipo media.

 

L’aumento delle materie prime alla base dei Rincari

Il petrolio ha toccato il suo minimo storico verso la metà del 2015, raggiungendo la cifra di 25 dollari al barile ed ora è tornato a toccare la soglia dei 50 dollari, raddoppiando il suo prezzo nel giro di pochi mesi.

Il gas naturale non segue il prezzo del petrolio generalmente, ma la tendenza all’aumento tocca anche il mercato del gas.

L’aumento del prezzo del gas è legato anche dalla copertura degli interventi volti al risparmio energetico e allo sviluppo delle energie rinnovabili, oltre che da un leggero aumento del costo del dispacciamento.

 

I costi del dispacciamento dell’Energia Elettrica

L’aumento dei costi di gestione per il dispacciamento dell’energia previsto da Terna, la società che gestisce le linee ad alta tensione che portano energia elettrica in tutta la nostra penisola, influirà quindi sul costo finale della bolletta della luce.

Terna ha infatti cercato di spiegare le ragioni di questi aumenti: la società deve garantire un flusso costante di energia elettrica, e per questa ragione ne deve acquistare una parte per garantire che non vi siano interruzioni. Sembra però che la quantità di energia presente in rete sia diminuita nell’ultimo periodo, con un conseguente aumento del costo della materia prima. Questo aumento di costo pagato da Terna, viene quindi girato direttamente nella bolletta dell’utente finale.

 

Comunicati e indagini in corso da parte dell’Authority

Su questo sta però indagando l’Authority, la quale sospetta che vi siano degli accordi tra gli operatori luce e gas, per cercare di fare aumentare i prezzi nei momenti in cui le centrali, per varie ragioni, producono energia in perdita. In alcuni casi infatti alcune centrali sospendono addirittura la produzione di energia. Vi sono in atto quindi dei procedimenti per cercare di verificare la regolarità di questi aumenti, prevedendo grosse sanzioni per chi commetterà delle irregolarità.

Anche l’Antitrust, come detto, sta vigilando sul libero mercato dell’energia elettrica e potrebbe a breve aprire delle indagini mirate.

 

Associazioni dei Consumatori sul Piede di Guerra per i Nuovi Aumenti delle Tariffe di Luce e Gas

Federconsumatori e Unc ( Unione nazionale consumatori ) hanno emesso un comunicato in cui si dichiarano “indignate e incredule di fronte all’ennesimo ingiustificato aumento delle tariffe di luce e gas”. In effetti fanno notare che l’aumento della richiesta e del consumo avviene nei freddi mesi invernali, e trovano ingiustificato un aumento delle tariffe nei mesi estivi. Sempre secondo le loro stime, l’aumento previsto complessivo sarà superiore al miliardo di Euro a trimestre e chiedono al Parlamento di indagare al riguardo.

 

Approfittare delle Offerte del Mercato Libero Può Aiutare a Risparmiare

In vista di questi aumenti tariffari, può essere conveniente cambiare operatore, scegliendo tra quelli del mercato libero dell’energia che offrono le migliori offerte e tariffe luce e gas. Sono molti, infatti, gli operatori che per il primo anno offrono prezzi bloccati o offerte speciali per favorire il passaggio dei clienti. Approfittare di queste offerte può essere un’ottima soluzione per combattere i rincari estivi di luce e gas.

 

 

Offerte Luce Offerte Gas Metano

 

Salva