Indennizzi a Carico degli Operatori Luce e Gas Scorretti

In arrivo una vera e propria novità nelle bollette: presto meno stime forfettarie e una maggiore puntualità, scatta in automatico l’indennizzo fino a 60 € e si darà più spazio all’autolettura del contatore. Ecco cosa ci aspetta nel 2017.

Bollette Luce e Gas Eque

Verso una maggiore tutela del consumatore

L’anno nuovo si aprirà in bellezza per i consumatori che, dal gennaio prossimo, troveranno nelle fatture di luce e gas delle modifiche importanti. Infatti, grazie a nuove misure per incoraggiare la diffusione dell’autolettura e all’obbligo di emettere la fattura entro e non oltre 45 giorni dall’ultimo giorno fatturato, gli utenti di luce e gas finalmente inizieranno a pagare solo il consumo effettivo senza incappare nei soliti forfait.

Ma c’è molto di più: l’Authority s’impegna a far rispettare il nuovo piano di trasparenza, pena indennizzi automatici a favore dei clienti fino a un massimo di 60 euro. Nella delibera, fra l’altro, è chiaramente espresso che il venditore dovrà acquisire tutte le autoletture, anche quelle pervenute attraverso una segnalazione telefonica o un reclamo scritto (disposizione in vigore a partire dall’aprile 2017).

 

Sì alla rateizzazione per tutti

Un altro evento “rivoluzionario” stabilito dall’Autorità per l’Energia è l’obbligo da parte del fornitore (anche nel mercato libero) di rateizzare l’importo delle bollette nei casi di mancato rispetto delle scadenze di fatturazione o in presenza di anomalie negli importi. Queste sono solo alcune tra le grandi novità del 2017, nate allo scopo di garantire un più coerente processo di fatturazione e che hanno come target tutti i clienti domestici e le piccole aziende.

Tali modifiche, inoltre, saranno valide non solo per i regimi di tutela, ma anche per il mercato libero (con alcune eccezioni sulle deroghe) e per la Tutela Simile.

In base a quanto stabilito dall’Authority, queste nuove regole saranno il primo passo verso le condizioni contrattuali standard che i venditori del mercato libero dovranno per legge includere fra le proprie offerte, e che saranno definite da un ulteriore documento di consultazione. Tuttavia, per maggiori chiarimenti sul Testo Integrato in materia di Fatturazione (TIF) e la delibera 463/2016/R/com è possibile accedere al sito www.autorita.energia.it.

 

Verso l’offerta standard per tutti gli Operatori del Mercato Libero

Insieme a questa delibera (463/2016/R/com), l’Autorità Garante si è preoccupata di avviare un procedimento che stabilisca le fondamenta dell’offerta standard.

Le nuove modalità di fatturazione, infatti, rappresentano solo il primo di uno dei grandi passi che s’intendono fare verso la stesura del corpus contrattuale standard: le disposizioni, infatti, verranno integrate senza alcuna possibilità di modifica nella prossima offerta standard, in materia di elettricità gas. Questa, tuttavia, avrà un prezzo variabile in base a quanto stabilito dal venditore, anche in prospettiva della fine dei regimi di tutela (che avverrà nel 2018, secondo quanto stabilito dal ddl Concorrenza).

In questo modo si vuole mettere in condizione il venditore di proporre ai propri clienti un altro strumento di scelta così da poter operare una più facile comparazione fra le diverse proposte presenti su mercato.

 

Bollette Luce e Gas più eque e più frequenti

Per rendere più consapevoli i clienti riguardo ai propri consumi, tra le novità imminenti, è prevista anche l’intensificazione della frequenza delle bollette di elettricità e gas: bimestrale per i piccoli consumatori, mensile per le aziende e per le attività nel settore del gas naturale.

Inoltre, le imprese di distribuzione elettriche e del gas saranno obbligate a registrare le cause che hanno determinato i tentativi di lettura falliti e, in caso di ritardi nella presentazione dei dati di misura, il distributore sarà costretto a risarcire il venditore con un indennizzo.