Rincari sull’elettricità del 3,4% e sul gas del 2,4%. Tuttavia, grazie ai ribassi dei primi 9 mesi dell’anno, in media le famiglie risparmieranno 60 euro nel 2015

Aumenti Luce e Gas da Ottobre 2015Scattano da ottobre gli aumenti di luce e gas sulle bollette degli italiani. Secondo quanto stabilito dalla Direzione Mercati dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas nell’abituale determina trimestrale sull’aggiornamento delle tabelle di comparazione relative ai prezzi di fornitura di energia elettrica e di gas naturale, nell’ultimo trimestre del 2015 (ottobre-dicembre) ci sarà un aumento per la luce e l’elettricità del 3,4%, mentre per il gas l’aumento sarà del 2,4%.

Nonostante questi aumenti decisi dall’Agenzia, in media ogni famiglia italiana spenderà nel 2015 per le bollette di luce e gas circa 60 euro in meno rispetto all’anno precedente.

Le Ragioni dell’Aumento del Prezzo dell’Energia Elettrica

Secondo i dati diffusi dall’Autorità, l’aumento della tariffa dell’energia elettrica per il trimestre ottobre-dicembre 2015 è dovuto essenzialmente a due fattori:

  • aumento dei costi di approvvigionamento: il costo della “materia energia” subisce fluttuazioni durante l’arco dell’anno sulla base di numerosi fattori. In particolare, nel 2015, il costo dell’energia elettrica ha subito un aumento del costo, con picchi fino al 39% nel mese di  luglio rispetto a giugno, legato ai consumi eccezionalmente elevati per la climatizzazione degli ambienti e ad una riduzione della produzione da energia eolica ed idroelettrica, strettamente connesse alla stagione estiva calda e con scarsa ventosità, che ha reso necessario riattivare numerosi impianti termoelettrici con maggiori costi sul mercato.
  • adeguamento degli oneri di sistema: gli oneri di sistema sono quella parte del costo dell’energia riservati, tra le tante voci, anche a coprire gli incentivi per l’efficienza energetica, le energie rinnovabili e al ritiro dei certificati verdi nel 2016. Proprio un aumento dei costi sostenuti per queste attività, che si aggira intorno agli 1,5 – 2 miliardi, ha portato all’aumento degli oneri di sistema.

 

Aumenta il Gas, anche se cala il costo della Materia Prima

Anche per il gas metano si segnalano degli aumenti, anche se più contenuti rispetto all’elettricità. Sul metano, tuttavia, c’è da segnalare che, a differenza dell’energia elettrica, c’è stato un lieve calo del costo della materia prima, che riflette le aspettative al ribasso delle quotazioni a termine nei mercati all’ingrosso in Italia e in Europa, rendendo meno evidente quella che sarebbe la normale dinamica dei mercati al rialzo legata all’andamento stagionale dei consumi.

Grazie alla riforma gas dell’Autorità, questi cali di prezzo sui mercati vengono immediatamente trasferiti ai consumatori finali, con effetti benefici soprattuto in vista dell’arrivo della stagione autunnale e invernale.

A far aumentare il costo globale del gas, tuttavia, sono essenzialmente i costi di trasporto, aumentati, e la componente per la gradualità nell’applicazione della riforma del gas.

 

Il risparmio per le famiglie è superiore agli aumenti

Come confermato dall’Autorità, nonostante i rincari del 3,4% sulla bolletta della luce, la famiglia media risparmierà nel 2015 circa 11 euro rispetto allo scorso anno.

Per quanto riguarda il gas, invece, a fronte di un aumento della bolletta del gas del 2,4%, la famiglia tipo italiana risparmierà 50 euro nel 2015 rispetto al 2014.

 

Il mercato Libero dell’Energia Può Aumentare il Risparmio In Bolletta

Come ampiamente dimostrato, il passaggio al mercato libero dell’energia può fornire un considerevole risparmio sule bollette di luce e gas per le famiglie italiane. Il fattore chiave nel determinare il risparmio è la scelta della tariffa più appropriata sulla base del proprio profilo dei consumi.

La scelta di una tariffa non adatta può portare addirittura ad un aumento dei costi, per questo è importante confrontare più tariffe sulla base delle proprie esigenze e, se possibile, richiedere la consulenza di esperti nel risparmio sulle bollette.