Durata di un Impianto FotovoltaicoRiuscire a stimare la durata di un impianto fotovoltaico non è fattibile, si possono fare previsioni molto veritiere, ma nessuno può dimostrare la durata effettiva.
La stima è che mediamente il rendimento sia accettabile per 20/30 anni, dopo di che le perdite raggiungono percentuali troppo elevate e conviene intervenire sostituendo il tutto.

Perché non è possibile sapere con esattezza la durata di un impianto fotovoltaico?

La risposta è semplice quanto banale, e basa le sue fondamenta sull’evoluzione tecnologica.
Non possiamo fare riferimento a un prodotto realizzato 20 o 30 anni fa’, per sapere quanto può durare un impianto di nuova concezione. Si possono fare stime, ma non paragoni.
Fatta questa premessa necessaria, possiamo sicuramente confermare che la perdita stimata di un impianto fotovoltaico si aggira intorno al 1% annuo.
Tantissimi fattori possono portare a grandi variazioni di questa percentuale media, ad esempio la salsedine, la poca manutenzione, lo smog e altro ancora.

Ci sono prove di impianti risalenti agli anni ’80, i quali oggi mostrano perdite calcolate inferiori al 12%. Le garanzie offerte dai produttori, seguendo una regolare manutenzione, presentano dati molto più pessimistici di quanto effettivamente è stato poi rilevato sul campo.

Possiamo dunque dire tranquillamente che il rendimento di un impianto fotovoltaico è destinato a rimanere alto per molti anni, sicuramente oltre quelli dichiarati dai produttori.

Impariamo a distinguere le componenti di un impianto fotovoltaico

Le parti principali che compongono un impianto fotovoltaico sono fondamentalmente i pannelli solari e gli inverter, oltre che gli accumulatori per gli impianti che ne fanno uso per migliorare l’autoconsumo, ma necessitano di un discorso a parte.

I pannelli fotovoltaici sono la parte dell’impianto che è soggetta ad un decremento di rendimento costante nel tempo. Ovviamente una buona manutenzione ne preserva le funzionalità più a lungo. Prova ne è l’impianto fotovoltaico installato 30 anni fa’ sull’isola di Vulcano, sottoposto a manutenzione costante, che ancora oggi ha una resa ben sopra quanto preventivato. La durata prevista per i pannelli rimane comunque variabile tra i 20 e i 30 anni. I danni maggiori ai pannelli solari sono causati dalle elevate temperature, dalle polveri di smog sottili che penetrano all’interno delle microfessure dei vetri, dalla salsedine del mare che corrode i materiali ferrosi e dal decadimento del silicio. Essendo componenti fisse, non vi sono parti in movimento che possono generare logorii ed è questo un grande vantaggio di questo sistema. I pannelli possono danneggiarsi o guastarsi, ma con una corretta manutenzione è possibile individuare eventuali pannelli danneggiati e sostituire solo un singolo pezzo.

Gli inverter hanno una durata variabile, ma generalmente dopo i 10 anni di utilizzo la loro resa cala al punto tale da rendere conveniente la loro sostituzione. Questi apparecchi trasformano l’energia solare continua, in corrente elettrica alternata a 230 Volt, utilizzabile negli impianti delle normali abitazioni. La qualità costruttiva, la corretta installazione e una normale manutenzione ordinaria possono aumentare l’aspettativa di vita dell’inverter.

Quali sono le garanzie scritte per i consumatori?

I produttori di pannelli, forti di questi dati, si sono spinti a garantire sempre più i loro materiali.
La garanzia sul corretto funzionamento mediamente varia tra i 5 e i 10 anni, ma alcuni arrivano a fornire una garanzia per ben 25 anni.
Discorso a parte invece per la garanzia sul rendimento, che mediamente è pari ad un 90% per i primi 10 anni, per scendere all’80% per i successivi 10 anni. Anche qua, la realtà sul campo ha dimostrato che i rendimenti sono molto maggiori, e alcune case garantiscono fino al 95% nei primi 5 anni, per poi scendere al 90% solo negli anni successivi.
In ogni caso questi valori sono degli esempi per avere un’idea generale del prodotto, in quanto le garanzie vanno visionate sempre al momento dell’acquisto.

Riassumendo, conviene installare un impianto fotovoltaico?

Se prendiamo in considerazione la vita media dell’impianto fotovoltaico, possiamo certamente dire che è un investimento redditizio a lungo termine. Certo è che i tempi migliori sono trascorsi e gli incentivi ora sono leggermente inferiori, ma il guadagno è ancora concreto.
Data la durata media solitamente maggiore a quella dichiarata, e il prezzo dell’energia in progressivo aumento, installare un impianto fotovoltaico è sicuramente ancora conveniente.

L’unico rischio reale è una possibile variazione delle leggi italiane, oggi propense a valorizzare e promuovere le energie rinnovabili, ma nessuno sa cosa può accadere in futuro, anche se presentare una proposta di legge contro il fotovoltaico è sicuramente una mossa antipopolare.

Simulatore Fotovoltaico con Batteria Richiedi Preventivo Online Gratis

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)