Pompa di Calore VS Aria-Aria Aria-Acqua

Differenza tra Pompe di Calore ad Aria per Riscaldamento e Raffrescamento

Le pompe di calore hanno la capacità di prelevare calore da una sorgente a bassa temperatura, per poi trasmetterlo ad una con temperatura maggiore, andando a riscaldarla ulteriormente. Hanno inoltre la capacità di lavorare in maniera inversa. Infatti una pompa di calore è in grado di riscaldare un’edificio, inclusa l’acqua calda sanitaria, mentre invece durante i caldi mesi estivi, ha la capacità di raffreddare gli ambienti. La sua eccezionale capacità di produrre più energia, sotto forma di calore, di quella elettrica utilizzata per funzionare, permette di ottenere risparmi variabili tra il 40 e il 60%.

Pompa di Calore Aria AriaLa pompa di calore aria aria

La maggior parte delle pompe di calore installate nel nostro paese sono di questo tipo, e sono circa l’85% del totale. Si tratta della pompa di calore più semplice, economica e di facile installazione. In pratica è un climatizzatore reversibile, in grado cioè di riscaldare e raffreddare a piacimento.
La pompa di calore aria aria ha un solo difetto: se viene installata in una zona geografica particolarmente fredda, nei mesi invernali, quando la temperatura scende sotto lo zero, le sue prestazioni scendono molto. Le normali pompe aria aria a temperature inferiori a -10° C non riescono più a lavorare e si spengono. Questo difetto va preso seriamente in considerazione durante la progettazione.
Il fluido all’interno dei tubi ha una temperatura inferiore a quella dell’aria dalla quale deve prelevare il calore, e quando la temperatura esterna scende sotto lo zero termico, la condensa che questa differenza di temperatura produce, si trasforma in ghiaccio.

Pompa di Calore Aria AcquaLa pompa di calore aria acqua

Simile nel principio di funzionamento della pompa di calore aria aria, la meno diffusa pompa di calore aria acqua ha un costo di installazione leggermente superiore. Il vantaggio però viene dato dalla possibilità di produrre anche acqua calda sanitaria.
La pompa di calore aria acqua presenta solitamente taglie di potenza e dimensioni maggiori, rispetto alle aria aria.
I tradizionali termosifoni vanno bene per la funzione di riscaldamento invernale, ma in estate non riescono ad avere una resa ottimale per il raffreddamento degli ambienti. La pompa di calore aria acqua necessita, per un corretto funzionamento anche nei mesi estivi, di un sistema di trasmissione del calore a pannelli radianti, o eventualmente di termoventilatori.
Anche questo tipo di pompa di calore perde efficienza al diminuire della temperatura esterna.

Costi di installazione aria aria vs aria acqua:

La pompa di calore aria aria per poter garantire un riscaldamento costante in tutti i giorni dell’anno, deve essere abbinata ad un sistema di riscaldamento tradizionale per l’acqua calda sanitaria. Al costo inferiore iniziale per la sua installazione, va quindi aggiunto quello di una caldaia tradizionale, se non già presente nell’edificio.
La pompa di calore aria acqua invece, sebbene abbia un costo di installazione iniziale superiore, non necessita obbligatoriamente di un sistema tradizionale di supporto, in quanto riesce anche a coprire tutti e due i ruoli. Va ricordato che se abbinata a sistemi di riscaldamento a basse temperature, il rendimento complessivo di questa pompa di calore aumenta.
I costi complessivi d’installazione delle pompe di calore variano a seconda della potenza installata e del tipo di installazione scelto.
La pompa di calore aria aria parte da 3.000, fino ad arrivare a 6.000, mentre la pompa di calore aria acqua si trova a partire da 5.000, per arrivare a 10.000.

Pompa di calore vs sistemi tradizionali: la differenza sta nella tariffa D1.

Le pompe di calore hanno enormi vantaggi, ma a questo punto una famiglia media si pone certamente una domanda ovvia: se le pompe di calore sono così convenienti, perché non le installano tutti? Perché non sono ancora così largamente diffuse?
I vantaggi sono reali, e le pompe di calore sono sempre convenienti, ma ci sono degli inconvenienti che spesso frenano il cittadino medio, e lo spingono a scegliere altri sistemi di riscaldamento.
Una pompa di calore necessita di energia elettrica per funzionare, e scegliere di installare una pompa di calore implica il cambiamento del contatore Enel. La tradizionale taglia da 3 kW infatti non è sufficiente a far funzionare una pompa di calore e nello stesso tempo gli elettrodomestici in casa.
Cambiare contatore fino a poco tempo fa’ significava uscire dalla tariffa D2, la più economica e di fatto rendeva sconveniente l’utilizzo della pompa di calore.
Oggi con la tariffa D1 sperimentale le regole sono cambiate. La tariffa D1 infatti è stata concepita per chi decide di utilizzare la pompa di calore come unica forma di riscaldamento in casa. Sono possibili altre forme di riscaldamento secondarie di emergenza ovviamente.

Un ulteriore incentivo: il conto termico.

In aggiunta al vantaggio di poter scegliere la tariffa D1 dedicata alle pompe di calore, grazie al nuovo conto termico oggi è possibile recuperare in tempi molto brevi, parte dell’investimento fatto nell’acquisto delle pompe di calore. Il nuovo conto termico prevede infatti diverse possibilità di rimborso, e rende ancora più conveniente l’installazione della pompa di calore aria acqua, e anche di quella aria aria.

Pompa di Calore Richiedi Preventivo Online

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)