Devi sostituire la Caldaia? Scegli quella Giusta per Te

Una caldaia troppo potente è molto costosa e Inutile. Una troppo piccola potrebbe consumare troppo e durare meno per l’eccessivo carico di lavoro.

Dimensionamento della Caldaia a Condensazione

Dimensionamento della Caldaia a Condensazione

La sostituzione di un impianto di riscaldamento è una spesa che una famiglia media italiana deve sostenere, nel caso sia ancora in possesso di vecchi impianti di riscaldamento. Grazie alle nuove tecnologie, questa spesa può essere trasformata in un investimento a lungo termine, poiché la resa energetica di una nuova caldaia a condensazione è sicuramente maggiore rispetto ad un normale impianto datato.

Il punto cruciale per riuscire a trasformare una spesa in un investimento corretto è quello di acquistare una caldaia a condensazione dimensionata correttamente.

Per riuscirci, si devono prendere in considerazione molti fattori che andremo a trattare in questo articolo.

 

Di quanto calore abbiamo realmente bisogno per la casa?

La variabile che deve essere calcolata con la precisione maggiore possibile è il fabbisogno di calore. Questo valore è influenzato da diversi accorgimenti del quale l’edificio può essere più o meno dotato, ovvero cappotti, schermature solari, pannelli isolanti, finestre con doppi vetri e molto altro.

Eseguire un calcolo di questo genere richiede conoscenze specifiche che solo un installatore professionista può avere, ma ci si può avvicinare abbastanza anche con delle stime precalcolate, da adattare al proprio immobile.

Formula per il calcolo approssimativo del fabbisogno energetico

Il parametro che va stabilito è chiamato fabbisogno di calore specifico e viene misurato in kW/m3.

Un valore standard può essere pari a 0,05 kW/m3, ma è possibile raggiungere una precisione maggiore con un piccolo ragionamento sul proprio edificio.

Un edificio di recentissima costruzione, dotato di molti accorgimenti per l’efficienza energetica, può avere un fabbisogno specifico inferiore, pari a 0,03 kW/m3.

Una casa meno recente, ma ristrutturata con un buon isolamento termico può mantenere il valore medio di 0,05 kW/m3.

Se la casa è vecchia e poco ristrutturata, ma si presume abbia un discreto isolamento termico, il valore da inserire sarà pari a 0,08 kW/m3.

In caso di edifici antichi e non ristrutturati, il valore peggiore da inserire può essere 0,12 kW/m3.

 

A questo punto si deve calcolare il volume dell’appartamento, ovvero la quantità d’aria da riscaldare. Il calcolo è molto semplice: superficie per altezza.

 

Come calcolare la potenza termica necessaria giunti a questo punto? Semplicemente moltiplicando il volume dell’appartamento o edificio, per il fabbisogno energetico di calore specifico.

Fabbisogno Totale = Volume Appartamento x Fabbisogno di Calore Specifico

Il fabbisogno totale, quindi, rappresenta la potenza della Caldaia a condensazione di cui abbiamo bisogno.

Cose da sapere quando installi una Caldaia a Condensazione

Stabilita la potenza della caldaia a condensazione, si dovranno valutare eventuali lavori supplementari, necessari per le caldaie a condensazione. A parte i vari lavori per lo scarico della condensa e per il corretto tiraggio e espulsione dei fumi acidi, si deve tenere a mente che i radiatori tradizionali vanno bene, ma la caldaia a condensazione darà una resa sicuramente maggiore se si utilizzano pareti radianti o il riscaldamento a pavimento. Ricordiamo infatti che la resa maggiore per queste caldaie, la si ottiene con temperature di mandata inferiori rispetto alle caldaie tradizionali.

 

Richiedi Preventivo Installazione Configuratore Caldaia Condensazione

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)