I climatizzatori sono apparecchi che utilizzano energia elettrica per raffreddare, e quindi se da una parte fanno stare bene perché abbassano la temperatura in casa, dall’altra creano l’effetto opposto sulla bolletta della luce. Anche in questo caso, abbassa le bollette cerca di venire incontro ai suoi lettori, elencando una serie di consigli utili e pratici per cercare di limitare questa spesa supplementare.

Consigli su come risparmiare sulla bolletta della luce usando il climatizzatoreIl primo consiglio riguarda la temperatura corretta da impostare, perché è pratica comune accendere il climatizzatore alla massima potenza, arrivando a temperature talmente basse, da creare dei malanni. Questo modo errato di fare, porta ad aumentare i consumi alle stelle, oltre a creare problemi alla salute delle persone. I climatizzatori sono apparecchi utili ad abbassare la temperatura, ma la loro funzione complementare è quella di rimuovere l’umidità dall’aria. Basta infatti abbassare di circa 5 gradi la temperatura, per stare bene in casa, senza tutta quell’acqua nell’aria che rende anche difficoltoso il respiro.

Classe energetica e inverter sono due caratteristiche che viaggiano in simbiosi, in quanto i climatizzatori dotati di inverter, sono quasi sempre di classe A o B e mai inferiore. Scegliere quindi un impianto in classe energetica A, equivale a risparmiare successivamente soldi in bolletta, grazie alla maggiore efficienza energetica dei climatizzatori.

Scegliere la posizione migliore in fase di installazione, garantisce una migliore resa e minori costi di esercizio. La soluzione ideale sarebbe quella di installare un climatizzatore o split per ogni locale che si vuole raffreddare. Usare il sistema di posizionarne uno in corridoio, è sicuramente una scelta economica, ma che riduce moltissimo il benessere e il confort che questo sistema può dare. Il corridoio sarà sempre freddissimo e le stanze più calde del desiderato. Climatizzatori e split vanno necessariamente installati su una parete, nella parte più alta possibile, in modo che l’aria fredda possa miscelarsi meglio con quella calda. Rimane sotto inteso che non ci devono essere ostacoli davanti ai condizionatori, poiché ne ridurrebbero drasticamente l’efficienza.

Controllare che porte e finestre siano chiuse è molto importante per evitare sprechi. Inoltre sarebbe opportuno anche cercare di chiudere eventuali fessure, da cui può comunque trafilare qualche spiffero di aria calda e umida.

La manutenzione regolare dei condizionatori è una prerogativa importantissima per un corretto funzionamento. I filtri dell’aria andrebbero puliti con regolarità, in base ovviamente alle ore di utilizzo effettivo. Non esistono regole uguali per tutti, si tratta di aprire e controllare i filtri con regolarità e capire ogni quanto è necessario effettuare la manutenzione. Almeno una volta all’anno, durante il primo ciclo di pulizia, prima di accendere il sistema, è necessario controllare anche il gas e le tubazioni. Per essere certi di effettuare un lavoro a regola d’arte, è consigliabile rivolgersi ad un installatore qualificato.

Far coibentare le tubazioni esterne, oltre che evitare di installarle esposte direttamente ai raggi solari, previene possibili danni e consumi eccessivi di corrente elettrica. Allo stesso modo, anche l’unità esterna non dovrebbe essere esposta al sole.

Un consiglio supplementare che molti conosceranno già, ma non fa male ricordarlo: l’acqua, frutto della condensa dell’umidità nell’aria, che viene depositata nel serbatoio dei condizionatori, può essere raccolta in bottiglie e utilizzata dentro al ferro da stiro. L’umidità diventata acqua è totalmente priva di minerali e calcari dannosi per il ferro da stiro.

Manutenzione Condizionatori

Hai ancora dubbi o vorresti ricevere Subito un Preventivo?

Per conoscere i prezzi o solo per ulteriori informazioni, Compila Subito il Form in Basso

Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare sempre la migliore soluzione alle tue esigenze!

Acconsento al trattamento dei dati personali * (Privacy Policy)